Articoli filtrati per data: Gennaio 2014

Belle novità e graditi ritorni nel calendario degli eventi di Nizza Monferrato.

Pubblicato in Eventi e manifestazioni

Continuano con successo gli appuntamenti del giovedì sera presso la Biblioteca comunale Margherita Pelletta di Cortazzone per celebrare i 700 anni della Divina Commedia.

Pubblicato in Cultura
Tre condanne per aver falsificato il bilancio comunale del comune di Casorzo in provincia di Asti, un anno e un mese per l’ex sindaco Lucia Allara, in carica fino al 2006, 11 mesi per l’allora segretario Giuseppina Minissale e 9 mesi per il responsabile del servizio finanziario Ornella Aletto. Piena assoluzione invece per la commercialista Micaela Marello, revisore dei conti.
Pubblicato in Cronaca

Un viaggio demenziale all'interno del mondo del cinema, giovedì sera a San Damiano (Teatro Lux, ore 21) con lo spettacolo “Ciak ci girano”, con Guido Ruffa, Carlotta Iossetti e Andrea Beltramo, con la regia di Claudio Insegno.

Pubblicato in Eventi e manifestazioni
Martedì, 28 Gennaio 2014 15:03

"Lampedusa.. Tutte balle!"

Gentile Direttore,

Pubblicato in Al Direttore
Martedì, 28 Gennaio 2014 15:01

In Regione si dibatte sulla Finanziaria

Si è svolto questa mattina nell’Aula del Consiglio regionale un acceso dibattito sul disegno di legge finanziaria per il 2014. 
Dopo la rinuncia da parte di Franco Maria Botta (FdI) al ruolo di relatore di maggioranza, è intervenuta Eleonora Artesio (Fds) quale relatore di minoranza, lamentando il fatto che “il ddl demandi molte decisioni importanti in capo alla Giunta, con la giustificazione dell’urgenza e rinunci a completare un percorso di contenimento dei costi della politica”. 
Per Wilmer Ronzani (Pd), secondo relatore di minoranza, “la finanziaria è il segno del fallimento della politica dell’attuale maggioranza”. Fra i punti critici ha ricordato le federazioni sanitarie “la cui cancellazione e il reintegro nelle Asl del personale sancisce l’inutilità di tali enti” e gli stanziamenti per la lotta alle ludopatie, in quanto non giudicata materia a carattere indifferibile e urgente. 
I consiglieri di maggioranza Mario Carossa e Antonello Angeleri (Lega Nord) hanno ribadito la certezza di essere stati regolarmente eletti per volontà dei cittadini piemontesi e che la loro principale preoccupazione risulta quella di dare un bilancio alla regione. 
Le opposizioni hanno invece messo in luce le spaccature e la mancanza di una vera maggioranza di governo, cosa che non consente di fornire le risposte politiche necessarie. Per quanto riguarda la finanziaria fra i vari emendamenti è stato richiesto un impegno a vincolare i risparmi provenienti dagli aumenti tariffari delle strutture per anziani allo scopo di finanziarie la riduzione delle liste d’attesa .
“Non accettiamo ricatti né intimidazioni dalle opposizioni, non avevo chiesto di fare il relatore di maggioranza sulla finanziaria perché non è la mia materia, ma potrei ritirare la rinuncia se Cota me lo chiedesse  – ha replicato Franco Maria Botta. “Quanto alla legittimità di questo governo, non vogliamo sottostare a un’ingiustizia, i voti espressi sono veri e validi”. 
Al dibattito sono intervenuti anche i consiglieri: Davide Bono (M5S), Aldo Reschigna, Nino Boeti, Mauro Laus, Davide Gariglio, Giuliana Manica, Roberto Placido (Pd), Giampiero Leo (Ncd) 
Pubblicato in Dalla Regione
Le finanziarie non rispettano la legge nella restituzione delle commissioni "recurring" e nelle polizze assicurative in caso d'estinzione anticipata di finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio e della pensione? Nessun timore, ci pensa la Casa del Consumatore.
Pubblicato in Economia e lavoro


Mostravano con sfrontatezza su Facebook il denaro frutto delle loro rapine, certi di non essere individuati. Ma cosi non è andata perché i poliziotti della Squadra mobile di Novara, coadiuvati da quelli di Torino, li hanno sorpresi e arrestati.

Si tratta di 5 giovani romeni, tutti domiciliati a Torino e provincia, responsabili di una serie di rapine. A loro carico anche l'accusa di associazione per delinquere in quanto i criminali avevano messo su una vera e propria organizzazione dove ognuno aveva il suo ruolo e il suo incarico. Inoltre i cinque avevano compiuto le rapine in modo estremamente violento, colpendo le vittime, tutte donne, con pugni in faccia anche se non opponevano alcuna resistenza.In alcuni casi le donne erano anziane ed hanno subito lesioni gravissime.

Gli arrestati sono responsabili delle 4 rapine avvenute a Novara lo scorso 30 dicembre e 2 gennaio; di 3 rapine avvenute ad Asti il 5 gennaio 2014; nonché dei 2 furti con strappo avvenuti a Torino l'11 e il 17 gennaio 2014.

I poliziotti hanno effettuato anche perquisizioni nei confronti degli arrestati: sono stati sequestrati numerosi telefoni cellulari sottratti alle vittime durante le rapine e alcuni capi d'abbigliamento che i malavitosi indossavano durante gli episodi criminosi.

Pubblicato in Cronaca

Cinque romeni autori di rapine ad anziane a Novara, Asti e Torino sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Novara. Alla loro identificazione sono giunti gli agenti, coordinati dalla procura della repubblica, a seguito della pubblicazione su Facebook delle imprese e del bottino racimolato nelle loro squallide imprese. Un errore che è costato caro alla banda sospettatata di decine di colpi in Piemonte fra cui l'Astigiano.
Pubblicato in Cronaca

La truffa è in agguato: alcune imprese hanno segnalato alla Camera di Commercio di Asti di aver ricevuto strane telefonate.

Pubblicato in Avvisi
Pagina 7 di 49