Articoli filtrati per data: Giugno 2013

Al Museo Civico Federico Eusebio di Alba è ancora possibile visitare per tutta l’estate la mostra dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole albesi che hanno partecipato al concorso "Diamo un volto, un nome, e una storia ai giganti del nostro passato”.

Pubblicato in Eventi e manifestazioni
Sabato, 29 Giugno 2013 14:52

"F35, pacificazione per Pd e Pdl"

Riceviamo e pubblichiamo:

Scrive Barbara Spinelli, citando Franco Cordero “il tempo storico ha degli scatti, e ogni tanto gli scenari mutano improvvisamente: un tabù civilizzatore cade; avanza un nuovo che scardina la convivenza cittadina regolata”.
Nel giro di un giorno sono successi due fatti che possiamo leggere in questa ottica: il parlamento ha votato una non scelta sull’acquisto degli F35; il presidente Napolitano ha ricevuto al Quirinale un neo condannato per reato di concussione per costrizione e prostituzione minorile.
Il primo è stato salutato come un risultato importante: la riunificazione del PD e la solidità dell’accordo tra PD e PDL nel sostegno al governo. Il secondo è lo sdoganamento della delinquenza e dello spirito  corruttivo. Senza tener conto che tra pochi giorni il Parlamento è chiamato a votare sulla ineleggibilità di Berlusconi: un segnale?
Questi sono i tempi bui in cui siamo immersi: si persevera nello stanziare somme enormi per l’acquisto di macchine da guerra oltretutto difettose e contemporaneamente si stanziano somme miserevoli, per di più date alle aziende, spacciandole  come  rilancio dell’occupazione, mentre si sancisce il precariato a vita togliendo ogni limite al rinnovo dei contratti a tempo determinato. E c’è chi, anche dentro il PD, dice di difendere la Costituzione!

L’'operato del presidente Napolitano diventa sempre più inquietante. Nessuna  giustificazione è possibile. Nessuna inerzia o silenzio è possibile: il tempo di reagire è ora.


ALBA- Comitato Operativo Nazionale
www.soggettopoliticonuovo.it
Pubblicato in Al Direttore
Sono state consegnate questa mattina in Vescovado, le cinque borse di studio promosse dal Progetto Culturale Diocesano e Uni-Astiss.
Pubblicato in Scuola e formazione
Apprendistato, servizi per l’impiego e sportelli per nuovi imprenditori. Sono questi gli ingredienti base della ricetta del Sistema camerale per sostenere il lavoro. 
Pubblicato in Economia e lavoro



Sembrava una storia d’altri tempi quella nella quale si sono imbattuti nei giorni scorsi i Carabinieri intervenuti in Ospedale, su richiesta dei sanitari, perché era giunta una ragazza 28enne di nazionalità macedone con numerose ecchimosi al volto, una parte del lobo di un orecchio tagliato ed alcune bruciature di sigaretta sulla pelle in varie parti del corpo.

Pubblicato in Cronaca
Aprirà i battenti questo fine settimana, l'osteria del Gat Rustì, che per il terzo anno consecutivo farà compagnia agli astigiani e ai frequentatori di Asti Teatro.
Pubblicato in Eventi e manifestazioni

 

Domani, a Roccaverano, è in programma la “Fiera ai Sapori di Robiola dop”, il tipico formaggio della langa astigiana. Ad accogliere i turisti ci saranno le cucine di tutte le pro loco della zona: oltre a Roccaverano, Cessole, Loazzolo, Monastero Bormida, Rocchetta Palafea, Mombaldone e Castel Rocchero,

Pubblicato in Eventi e manifestazioni

Domani,l’associazione di volontariato S.O.S DIABETE “ONLUS” di Asti. Sarà presente alla festa del borgo “ San Pietro diAsti, che si svolgerà da piazza 1° maggio, per corso Alessandria, sino all’incrocio con corso Casale.

Pubblicato in Sanità

Organizzata dalla Pro Loco di Migliandolo con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Portacomaro, torna nel fine settimana la Sagra del fritto misto alla piemontese, uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti di questo tipico piatto che a Migliandolo è di casa.  

Pubblicato in Eventi e manifestazioni

Ieri, per i vigili del fuoco di Asti è stata una giornata di intenso lavoro. Ad iniziare dalle prime luci dell'alba i pompieri sono accorsi per spegnere il quasi quotidiano incendio al campo nomadi di via Learco Guerra. Per recuperare il rame dai cavi elettrici ignoti del campo danno fuoco al rivestimento di plastica provocando una puzza nauseabonda che a volte arriva fino ad invade i quartieri sud-est della città. I vigili del fuoco sono intervenuti anche per bloccare le fiamme su sterpaglie in diversi centri della provincia.
Pubblicato in Cronaca
Pagina 2 di 62