Durante la seduta di ieri,  il Consiglio regionale ha proseguito l’esame del ddl di riforma urbanistica, approvando con alcuni emendamenti della Giunta, ma anche dell’opposizione, gli articoli 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51 e 52. 
“Accolgo con soddisfazione la nomina di Maria Luisa Coppa a presidente di Rete Imprese Italia. Sono infatti legata a lei da una profonda amicizia che non può che agevolare il lavoro che ci troveremo a svolgere insieme a tutela del tessuto produttivo piemontese”. Ha commentato così la notizia del cambio ai vertici di Rete Imprese, l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Claudia Porchietto.
Incidenti stradali, guasti meccanici, ma anche aggressioni: sono questi i principali problemi che le donne si trovano ad affrontare ogni giorno sulle strade italiane. Il Piemonte in questo senso non fa eccezione. Nel solo 2011, sulle strade italiane sono morte 855 donne, circa il 10% di queste (82) proprio sulle strade piemontesi.
Realizzare piani d’investimento per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e dell’illuminazione senza rischi per la pubblica amministrazione, ridurre in tempi rapidi la spesa energetica scegliendo interventi energeticamente più redditizi, investire rapidamente evitando i vincoli del Patto di Stabilità: sono queste le nuove concrete possibilità che da oggi la Regione Piemonte mette a disposizione dei Comuni e delle Aziende sanitarie piemontesi, grazie all’approvazione, oggi nella seduta della Giunta regionale su proposta del presidente Roberto Cota e dell’assessore Giovanna Quaglia, di tre schemi contrattuali finalizzati alla riduzione dei consumi ma anche della spesa energetica nella pubblica amministrazione.
In sede di Giunta Regionale sono stati licenziati, nel corso della mattinata odierna, rilevanti provvedimenti in ambito fitosanitario.
“L’Assemblea regionale è onorata di prorogare la collaborazione, avviata tre anni fa, con una realtà importante come il Centro internazionale di formazione, che rappresenta un’eccellenza di Torino e un collegamento permanente tra il capoluogo piemontese e il resto del mondo per quanto riguarda le attività legate allo sviluppo, all’economia, all’imprenditorialità e alla cultura”. 
Riceviamo e pubblichiamo un commento di Davide Bono (M5S Piemonte) sull'adesione al gruppo Misto del presidente del Consiglio Regionale, Valerio Cattaneo.
Via libera dalla Regione all’elenco dei nidi e delle scuole dell’infanzia che beneficeranno dei contributi per le sezioni primavera, servizio di accoglienza per i bambini dai 24 ai 36 mesi.
“Gli unici dati che davvero contano rispetto alla reale quantità del rientro dei soldi prelevati con le tasse nel territorio dove le tasse sono state pagate, sono quelli del Ministero dell’Economia. 
Si è conclusa, con la consegna degli elaborati  dei partecipanti, la prima fase  della 32° edizione  del Progetto di storia contemporanea, indetto dal Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte. L’iniziativa, avviatasi nel 1981, è organizzata dall’organismo consultivo del Consiglio regionale in collaborazione con le otto Province piemontesi e la Direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale.  L’iniziativa,rivolta agli studenti delle scuole superiori, ha visto la partecipazione di 668 studenti (21 ragazzi a titolo individuale e 647suddivisi in 111 gruppi). Le scuole coinvolte sono 47 in tutta la regione.  “Il Piemonte è stata la prima regione d’Italia a stabilire,con una legge, l’istituzione di un comitato per la difesa e l’affermazione dei valori della Resistenza e della Costituzione. Era il lontano 1976 - commenta il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Placido, delegato al Comitato – e da oltre trent’anni, tra le varie iniziative  promosse da quest’organismo spicca questo nostro progetto di storia contemporanea che, nel tempo, ha coinvolto decine di migliaia di studenti medi piemontesi “.  Infatti, nel corso di tre decenni,  sono stati coinvolti oltre 40 mila studenti e più di millecinquecento insegnanti.  I titoli dei tre temi scelti per l’edizione 2012-2013 erano, nell’ordine: “Il confine, l’esilio e il ricordo” (riflessione sul confine orientale e i territori giuliani,istriani e dalmati) ; “Dopo il terremoto, quale futuro…
Pagina 58 di 64