Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Presdiente della Confagricoltura di Asti, Massimo Forno, sulla situazione dell'agricultura in Piemonte.
Il Governo, con il Consiglio dei Ministri straordinario di ieri, ha risolto l'enigma dell'Imu agricola montana, che in questi ultimi tempi aveva creato non poco caos fra i contribuenti.
Dopo essersi battuto per rivedere i criteri applicativi dell’imposta, il deputato Massimo Fiorio esprime soddisfazione per la scelta di oggi del governo di abolire il pagamento dell’Imu sui terreni agricoli nei territori montani e semi montani a partire dal 2014.
"Coldiretti Piemonte giudica positivamente l’impegno assunto da Regioni e Governo per mantenere in Italia il divieto di coltivare Ogm come chiedono quasi otto italiani su dieci.
L’Associazione Terranostra - Agriturismo di Campagna Amica del Piemonte parteciparà il 24 e 25 gennaio prossimo a Milano ad Agriturismoinfiera. 
Con una circolare del Ministero delle Politiche Agricole è stata finalmente fatta chiarezza sull’uso dei nomi geografici dei vini, semplificando il lavoro delle aziende vitivinicole e tutelando i consumatori che adesso potranno avere informazioni più chiare e complete nella scelta del vino.
Come previsto e denunciato da Coldiretti, la tassa si è rivelata un fallimento, ma causa i conti disastrosi della Provincia, ora non è più possibile evitare il pagamento dell'annualità 2014. Ci sarà comunque tempo fino al 31 marzo 2015 per regolarizzare ogni posizione senza versare sanzioni.
"Il settore agrituristico piemontese è in crescita, al di là dei numeri e delle statistiche, sono proprio le aziende, che sono la fonte più attendibile sullo stato del comparto, ad indicare un trend in crescita che fa ben sperare". 
L'associazione produttori di miele del Piemonte, Aspromiele, in collaborazione con Coldiretti Asti, organizza un corso per diventare apicoltore.
Con il bando “Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti” la Regione Piemonte ha aperto le  domande di contributo per la campagna 2014/2015.
Pagina 2 di 55