Lunedì, 30 Dicembre 2013 18:16

Alla ricerca del "Sagre Graal": i migliori eventi prima e dopo Capodanno

Passata l'abbuffata di Natale con relativi auguri a parenti, amici e affini è tempo adesso di cambiare.

E ricominciare a mettere le gambe sotto il tavolo per Capodanno, anche se per dirla tutta ormai la tendenza di questo periodo di crisi, parola di origine greca che significava in ambito agricolo separare dopo la trebbiatura e quindi scegliere, è di scegliere, appunto, di stare a casa davanti al focolare domestico, la parte più intima dell'abitazione, intesa come simbolo del nucleo familiare. Ma noi siamo una rubrica che segnala gli eventi, tutto ciò che accade e che viene fuori, e quindi non possiamo che invogliarvi ad uscire fuori, appunto, per Capodanno e anche per i giorni successivi, d'altronde davanti al focolare domestico non succede poi molto.

A San Silvestro, fu il 33° vescovo di Roma e papa della Chiesa Cattolica dal 314 alla sua morte nel 335, segnaliamo la Proloco di Cornale di Magliano Alfieri che organizza il Gran Cenone di Capodanno con inizio alle ore 20.00, danze e brindisi sotto le stelle. Una menzione anche per il “Capodanno Insieme” di Cortemilia che, tanto per cambiare, prevede musica dal vivo e brindisi di mezzanotte per salutare l’arrivo del 2014. Per il nuovo anno, invece, si prevede un po' di moto con la visita al Magico Paese di Natale di Govone: il primo gennaio dalle ore 15.00 alle 18.00 è ancora aperta la Casa di Babbo Natale, allestita nel Castello Reale, dove ogni ambiente viene animato da personaggi e da narrazioni musicali.

Per poi riprendere a riempirsi la pancia il 2 gennaio con la Storica fagiolata di San Defendente di Castiglione d'Asti dalle ore 10.00 con musiche popolari tradizionali e poi a pranzo i legumi che fanno tanto meteorismo. Buon ultima, venerdì 3 gennaio ore 21.00, la cultura con lo spettacolo teatrale "Zuppa di latte" (supa ‘d lait) a Grana nel salone della Proloco nell'ambito della rassegna Cunté Munfrà, dal Monferrato al mondo. Certo non moltissimo, in fondo è proprio tempo di crisi, ma non per gli auguri che quelli ci sono in abbondanza.

Buon Capodanno a tutti e tanti auguri, alla prossima!