Lunedì, 30 Dicembre 2013 14:35

Servizio mirato dei carabinieri sul territorio astigiano: un arresto e diciotto denunce

Durante il fine settimana, i Carabinieri del Comando Provinciale di Asti hanno attuato un servizio mirato di controllo al territorio, finalizzato al contrasto dei reati predatori nonché al controllo della circolazione stradale.

Durante il servizio, nel quale sono state impiegate 10 pattuglie e 20 militari, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Asti, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale X V, albanese 34enne pregiudicato e senza fissa dimora.

Nella nottata di ieri, l’uomo, alla guida di un’ autovettura, nel percorrere questo Corso Alessandria, a causa dello stato di ebrezza, ha invaso la corsia opposta, rischiando di andare a collidere frontalmente con l’autoradio sulla quale stavano viaggiando i militari che, grazie alla pronta reazione del militare autista, hanno così evitato l’impatto.
Dopo un breve inseguimento, i Carabinieri hanno fermato l’autovettura in fuga, constatando che l’uomo era alla guida in forte stato di ebrezza alcolica.
Alla richiesta dei militari di esibire e documenti e di sottoporsi al controllo con l’etilometro, lo X ha assunto un atteggiamento violento, scagliandosi con calci e pugni e frasi ingiuriose contro gli operanti che a quel lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per guida in stato di ebrezza alcolica.

Sempre nell’ambito dello stesso servizio, i militari della Compagnia di Canelli, hanno denunciato un macedone 41enne, residente a Nizza Monferrato, sorpreso mentre stava tentando di pagare un vaglia postale con una banconota da 100 euro, palesemente contraffatta,un operaio macedone 49enne, residente a Calamandrana, un commerciante 37enne, residente a Tolmezzo (UD) ed un 23enne di Refrancore, sorpresi alla guida delle proprie autovettura in stato di ebrezza alcolica, tre cittadine albanesi di 27, 29 e 39 anni, denunciate per prive di permesso di soggiorno in corso di validità ed in possesso di documenti scaduti, un 24enne originario della repubblica dominicana, residente a Genova ed un 45enne residente ad Avellino, sorpresi a rubare dal personale antitaccheggio del supermercato “IL GIGANTE” di Nizza Monferrato, alcuni oggetti di bigiotteria, per un valore totale di circa 25 euro ed infine un astigiano 38enne, denunciato perché trovato in possesso di alcuni arnesi atti allo scasso.

I Carabinieri della Compagnia di Villanova d’Asti, hanno denunciato un macellaio romeno 37enne, residente a Baldichieri d’Asti, sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebrezza alcolica, un operaio 30enne, residente a Viale (AT) che a seguito di incidente stradale autonomo è stato sottoposto ad accertamenti ematici dai sanitari dell’Ospedale Cardinal Massaia, è stato trovato in stato di ebrezza alcolica, un operaio astigiano 46enne, sorpreso alla guida di un ciclomotore senza la prevista patente di guida perché mai conseguita, un torinese 40enne, pregiudicato, che a seguito di perquisizione personale e dell’autovettura che stava conducendo, è stato trovato in possesso di un coltello del genere proibito, un eritreo 44enne pregiudicato, residente a Castelnuovo Don Bosco, denunciato per non aver ottemperato al decreto di espulsione dal territorio nazionale, emesso dal Questore di Asti, un ambulante senegalese 60enne, residente a Torino, anch’esso denunciato per non aver ottemperato al decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Torino ed infine due pakistani di 22 e 27 anni, senza fissa dimora, denunciati dai militari per non aver fornito un
documento attestante la regolare posizione sul territorio nazionale.

Il Comandante Provinciale Ten. Col. Fabio Federici, ha espresso il suo apprezzamento ai militari operanti per i risultati ottenuti a conferma della professionalità e dello spirito di sacrificio che ogni giorno i Carabinieri di Asti mettono sul campo e che hanno portato, dall’inizio dell’anno, ad ottenere importanti risultati operativi.