Sabato, 30 Novembre 2013 14:56

Il Comune di Asti ha vinto il primo round del complesso contenzioso giudiziario su Strada Laverdina


Il Comune di Asti ha vinto il primo round del complesso contenzioso giudiziario intrapreso dalla Societa' Consortile a r.l. Strada Laverdina, che ha impugnato al TAR gli atti con cui l'amministrazione ha incassato la fideiussione per completare i lavori nel quartiere.

Il TAR di Torino ha infatti respinto la richiesta di sospensiva presentata dalla società consortile ritenendo che "il ricorso non sia, almeno ad un primo sommario esame, assistito da apprezzabili elementi di fumus boni iuris" e che "manchi anche il requisito del periculum, essendo la fideiussione già stata escussa".

Il Sindaco Brignolo e l'Assessore Bagnadentro non nascondono la soddisfazione "siamo certi delle nostre ragioni -hanno dichiarato- ma non mancava un po' di apprensione, atteso che il legislatore a Roma continua a introdurre norme che rendono sempre più complicata la vita ai cittadini e alle istituzioni, con complicazioni burocratiche continue".

Nei giorni scorsi, anticipando la spesa con fondi comunali, è stata asfaltata strada Laverdina e nei prossimi giorni si procederà, usando il ribasso d'asta, ad asfaltare via Rambaldi.

Per il completamento delle opere si procederà invece con i soldi incassati con la fideiussione a realizzare i marciapiedi, le aree verdi e le altre finiture.

"Dobbiamo veramente apprezzare la tenacia e la pazienza di cittadini che convivono da tempo con queste opere incompiute -hanno concluso Sindaco e Assessore- e al tempo stesso siamo contenti di aver segnato un cambio di passo e atteggiamento rispetto alla precedente amministrazione: in un anno e mezzo sono state fatte più cose (l’incasso della fideiussione, l’illuminazione pubblica, l’asfaltatura) di quanto non fosse stato fatto nei molti anni precedenti".