Stampa questa pagina
Giovedì, 28 Novembre 2013 12:39

Asti. Questa mattina l'intitolazione di piazza d'Armi al generale Cosma Manera

Questa mattina ha avuto luogo la cerimonia di intitolazione della Piazza d’Armi di Asti al Generale di Divisione Cosma Manera, eroe astigiano della prima guerra mondiale.

Alla solenne cerimonia, sono intervenuti, oltre che alla Signora Ludovica DE CARIS, la Signora Roberta MANERA ed il Signor Giovanni Manfredo Maria Lucrezi, rispettivamente nipote e pronipoti dell’eroe, il Sindaco della città di Asti - Avv. Fabrizio Brignolo, il Generale di Divisione Pasquale Lavacca, Comandante della Legione Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta, il Prefetto della Provincia di Asti, Dott. Pier Luigi Faloni, il Questore di Asti, Dott. Filippo Claudio Di Francesco, il Procuratore della Repubblica Dott. Giorgio Vitari ed altre Autorità Locali e Provinciali.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Asti, Ten. Col. Fabio Federici, nel suo discorso ha descritto il Generale Cosma MANERA come un “eroe di altri tempi che grazie alla sua incessante ed esemplare opera, si meritò l’appellativo di Padre dei Redenti e che ricorderemo con immutata ed immensa gratitudine, traendone esempio per il nostro operato”.

In questa attività di “aiuto umanitario”, l’eroe astigiano salvò più di 10.000 soldati italiani, nativi del Trentino e della Venezia Giulia, territori a quei tempi annessi all’impero austriaco, che nelle fila dell’esercito asburgico vennero impiegati per combattere contro gli stessi italiani e, sul fronte orientale, contro i russi che li fecero prigionieri, facendoli vivere in condizioni estremamente precarie e penose e sottoposti a molteplici vessazioni.

A termine della cerimonia è stata scoperta una targa di intitolazione della piazza che da oggi assumerà la nuova denominazione di “Piazza Cosma MANERA” (Generale dei Carabinieri).