Venerdì, 30 Agosto 2013 10:50

La "Cattedra Vittorio Alfieri" compie 8 anni. Il programma delle iniziative

La Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri”, promossa e organizzata dalla Fondazione “Centro di Studi Alfieriani”, compie otto anni. Tramite la Cattedra, si rafforza ogni anno lo stretto rapporto di collaborazione fra il Centro Alfieriano e Asti Studi Superiori (Astiss), l’Università di Asti, che ospita dal 2008 la sede operativa e la Biblioteca in consultazione del Centro.

Si svolgerà dal 1 al 6 settembre e, muovendo dalla Vita di Alfieri, riguarderà il genere dell’autobiografia.

Il programma, pertanto, abbraccerà l’intero genere (come suggerisce il titolo, mutuato da un volume di studi di Marziano Guglielminetti), pur privilegiandone la fortuna nel corso del Settecento, all’interno di una fitta trama di fonti e modelli, ponendosi, ad alto livello di perfezionamento accademico, in ideale continuità con il ciclo di conferenze divulgative sul genere autobiografico, tenutosi presso la Sede Centrale della Cassa di Risparmio di Asti S.p.A., nel primo semestre dell’anno.

Le lezioni si svolgeranno presso ASTISS in Largo De Andrè, dove ha sede operativa la Fondazione “Centro di Studi Alfieriani”.

Ancora una volta, si tratta di una settimana intensa di seminari, volutamente inseriti nel settembre astigiano ricco di eventi, rivolta a laureati, dottorandi o dottori di ricerca provenienti da Università italiane e di altri paesi, in particolare, da Università della Germania, dell’Austria, della Francia, della Bielorussia, del Giappone, impegnati ad approfondire un piano di studi orientato su Vittorio Alfieri o temi, motivi, generi letterari, autori, riconducibili ad Alfieri, alle sue fonti e alle successive riletture delle sue opere in Italia e all'estero.

Dopo un primo anno, nel 2006, rivolto al rapporto di Alfieri con i diversi generi letterari (tragedia, commedia, satira, romanzo, diario, dialogo, epistola, lirica), il triennio 2007-2009 è stato rivolto all’analisi di tutte le tragedie. Nel 2010 oggetto di approfondimento è stata la dimensione politica dell’opera alfieriana, la centralità del tema della degenerazione del potere. Nel 2011 ci si è soffermati sul rapporto di Alfieri con gli autori della tradizione letteraria europea e nel 2012 sulla produzione comica alfieriana.

Le lezioni saranno tenute da docenti provenienti da diverse Università (Bologna, Cassino, Parma, Torino, Salerno, Bari, Berlino, Strasburgo), seguendo complementari metodologie di lettura dei testi, e si svolgeranno per sei ore al giorno con il consueto orario (9,30 – 12,30; 15,15 – 18,15, più il tempo per conversazioni, confronti, lavori seminariali.

Si inizierà lunedì 2 settembre alle ore 9,15 con l’apertura dei lavori e si procederà con il seguente programma:



lunedì 2 settembre

  • Angelo Fabrizi (Un. di Cassino)

Itinerari nella Vita di Vittorio Alfieri

  • Epifanio Ajello (Un. di Salerno)

Una terza autobiografia di Carlo Goldoni?



martedì 3 settembre

  • Angelo Fabrizi (Un. di Cassino) -

Biografie alfieriane fra Otto e Novecento

  • Vincenza Perdichizzi (Un. de Strasbourg)

Autobiografia di un poeta tragico. Modelli e antimodelli letterari nella

Vita di Vittorio Alfieri



mercoledì 4 settembre

  • Roberto Ubbidiente (Berlin, Humboldt Universitaet)

De Amicis autobiografico: una lettura de La mia officina

Valter Boggione (Un. di Torino)

Le “autobiografie” di Machiavelli



giovedì 5 settembre

  • Andrea Battistini (Un. di Bologna)

Le scritture dell’io

  • Andrea Battistini

Il genere dell’autobiografia nel Settecento



venerdì 6 settembre

  • Roberta Fedi (Un. di Parma)

Le Memorie di Giacomo Casanova

  • Bartolo Anglani (Un. di Bari)

Rousseau: lo sguardo, la memoria, l'oblio

  • Spazio riservato ai BORSISTI



Durante la settimana della “Cattedra Vittorio Alfieri” si prevede la visita della Mostra “La Rinascita” (Palazzo Mazzetti, Palazzo Alfieri, Palazzo Ottolenghi)

I seminari hanno taglio specialistico, ma sono aperti a uditori esterni (insegnanti, studenti e persone interessate).

La borsa consiste nella copertura delle spese di soggiorno, mentre le spese di viaggio restano a carico dei partecipanti.

Grazie a: Ministero Beni Culturali, Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Cassa di Risparmio di Asti S.p.A., Unione Industriale della Provincia di Asti, Associazione “Creative”


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

dott.ssa Carla Forno,

direttore Fondazione “Centro di Studi Alfieriani” (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

SITO: www.fondazionealfieri.it


Per ASTISS

dott. Francesco Scalfari

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.