Mercoledì, 28 Agosto 2013 10:28

20 automezzi e 40 carabinieri impegnati in un servizio mirato di controllo al territorio: 26 denunciati

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Asti, hanno effettuato un servizio mirato di controllo al territorio, con l’impiego di 40 Carabinieri e 20 automezzi.

Durante il servizio i militari impiegati hanno denunciato in tutto 26 persone per reati che vanno dalla simulazione di reato, guida in stato di ebbrezza, furto aggravato, guida senza patente, porto abusivo di armi alla guida senza patente.


Nello specifico, i Carabinieri della Compagnia di Asti, hanno denunciato per furto aggravato un francese 66enne, sorpreso dal personale antitaccheggio del Penny Market di Asti – Corso Alessandria, a rubare generi alimentari per un valore di circa 30 euro, una torinese 36enne, sorpresa alla guida di un furgone priva della patente di guida, perché mai conseguita, un 53enne, residente ad Asti, denunciato per simulazione di reato, poiché l’uomo dopo essere stato coinvolto in un incidente stradale ne denunciava falsamente il furto, un marocchino 40enne, domiciliato ad Asti, che a seguito di controllo è stato trovato senza documenti di identità e permesso di soggiorno, senza darne un giustificato motivo.


I Carabinieri della Compagnia di Canelli, hanno invece denunciato un macedone 28enne, residente a Belveglio, sorpreso alla guida di una autovettura in stato di ebbrezza alcolica, due braccianti agricoli macedoni, domiciliati a Castelnuovo Belbo, trovati sprovvisti di permesso di soggiorno, un operaio bulgaro residente a Santo Stefano Belbo, sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebrezza alcolica e denunciato anche per possesso di una bomboletta spray antiaggressione, del genere proibito, un operaio macedone, 31enne, residente a Camo (CN) che a seguito di controllo è stato trovato senza documenti di identità e permesso di soggiorno, senza darne giustificato motivo, un operaio bulgaro 37enne, residente ad Acqui Terme, sorpreso dal personale antitaccheggio del supermercato “IL GIGANTE” di Nizza Monferrato, a rubare un paio di auricolari ed una bottiglia di whisky, per un valore totale di 30 euro circa, due donne di 28 e 32 anni, di nazionalità macedone, entrambe residenti a Costigliole d’Asti, sorprese dal personale antitaccheggio del supermercato “IL GIGANTE” di Isola d’Asti, a rubare generi alimentari, abbigliamento e profumi, per un valore totale di 80 euro circa, una commessa 38enne, residente a Castagnole Lanze, sorpresa alla guida di un ciclomotore senza essere in possesso del previsto certificato di idoneità, un operaio 39enne residente ad Incisa Scapaccino, sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebrezza alcolica, un romeno 29enne, trovato in possesso di 8 grammi di marijuana ed infine nove persone di età compresa tra i 20 ed i 49 anni, sorpresi dai Carabinieri ad assumere sostanze cocaina, marijuana ed hashish.


I militari della Compagnia di Villanova d’Asti, hanno infine denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere, un eritreo 46enne che a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di due coltelli del genere proibito, una 28enne, residente a Castelnuovo Don Bosco, denunciata dai Carabinieri per aver avviato una attività di gestione di rifiuti non autorizzata. I militari hanno rinvenuto in un cortile adiacente all’abitazione della donna, un sito di stoccaggio di rifiuti pericolosi, consistente in varie parti di elettrodomestici, rifiuti metallici dio alluminio ed acciaio nonché vari cavi elettrici in rame.