Domenica, 30 Giugno 2013 10:21

Alba. Controlli su strada dei Carabinieri: 7 denunciati, due residenti nell'Astigiano

Nelle prime ore di questa mattina si è conclusa un'operazione a largo raggio condotta dai Carabinieri della Compagnia di Alba avviata nella tarda serata di ieri nell'ambito dei consueti servizi preventivi di contrasto al fenomeno delle cosiddette "STRAGI DEL SABATO SERA" disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Cuneo.


Dai controlli dei militari, che si sono avvalsi anche di un furgone attrezzato a STAZIONE MOBILE dotato di un sofisticato apparecchio etilometro, è emerso che il numero degli automobilisti drogati è stato ben superiore a quello di coloro che avevano abusato di bevande alcoliche.

Intutto sono stati denunciati 7 automobilisti alla Procura della Repubblica di Alba ai quali sono state ritirate le patenti, 5 per il reato di guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti e solo 2 per quello di guida in stato d'ebbrezza alcolica.

Nel dettaglio:

-  Nei guai per uso di droga alla guida sono finiti:

una studentessa universitaria 22enne di ASTI risultata positiva all'assunzione di cannabinoidi e di ecstasy; un 24enne pregiudicato di BRA risultato positivo all'uso di COCAINA; un studente 19enne neopatentato di ALBA positivo alla marijuana ed al tetraidrocannabinolo; un operaio macedone 32enne pregiudicato che vive a CANELLI positivo alla metanfetamina ed infine un 29enne disoccupato e pregiudicato di CHIERI positivo ai cannabinoidi.

A carico dei 5 automobilisti risultati positivi all'uso di droghe di vario tipo, dopo essersi sottoposti ad analisi ematiche all'Ospedale San Lazzaro di ALBA accompagnati dai Carabinieri, oltre alla denuncia penale, è scattato il ritiro immediato delle loro patenti (con doppia decurtazione dei punti per il neopatentato) ed il sequestro delle auto per la successiva confisca e definitiva perdita di possesso.


-  Sono invece stati denunciati e le loro patenti ritirate per abuso di alcool alla guida ad una negoziante d'abbigliamento 37enne di BRA, già recidiva per lo stesso reato in quanto gli era stata ritirata la patente per lo stesso reato quattro anni prima e ad un autotrasportatore di nazionalità bulgara 32enne che vive e lavora in provincia di ASTI. Al camionista gli è stata anche sequestrata l'auto in quanto il tasso alcolemico accertato era superiore all'1,5%.