Venerdì, 28 Giugno 2013 14:23

Regione Piemonte: al via il finanziamento dei progetti per la realizzazione di servizi wi-fi aperti e gratuiti

Sono state approvate oggi le graduatorie dei progetti finanziati dalla Regione a favore di  esercizi pubblici  ed  enti locali che hanno aderito al bando per l'installazione di hot spot wi-fi nei luoghi pubblici.

Si tratta – sostiene l’assessore regionale alla Ricerca e all’Innovazione, Agostino Ghiglia  - di una misura concreta, realizzata per favorire la parità di accesso alle informazioni e alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, che prevede 200mila euro di risorse regionali investite. Dai primi risultati del bando, aperto appena un mese fa e gestito in maniera innovativa dagli uffici regionali - per la prima volta esclusivamente via PEC - emerge una grande partecipazione degli enti locali piemontesi”.
 
Quasi 200 i progetti presentati, per un valore complessivo di gran lunga superiore alle disponibilità previste: i primi 38 riceveranno subito il contributo, che varia tra  1.600 e 7.500 euro,  in base alla complessità degli interventi che saranno realizzati. Rimangono ancora risorse a disposizione per esercizi commerciali come gelaterie, pasticcerie, bar e ristoranti.
 
Saranno così finanziati – spiega l’assessore Ghiglia - tutti quei servizi che consentono di navigare in Internet, inviare e ricevere posta elettronica, utilizzare servizi di messaggistica, accedere a social network, utilizzare applicazioni che necessitano di connettività Internet, usufruire di contenuti audio e video tramite rete, anche in real time, con accesso semplificato e gratuito per tutti i cittadini e gli ospiti.
 
Questa misura regionale si inserisce in un quadro di iniziative che da tempo concorrono a rendere il Piemonte  un territorio digitale, rimuovendo quegli ostacoli che limitano l’accesso alla società della conoscenza: su tutte desidero ricordare le leggi regionali sugli “open data” e sul wi-fi libero, prime nel panorama italiano”.
 
Riconoscimento indiretto all’azione da “apri-pista” del Piemonte arriva in questi giorni con gli analoghi provvedimenti di liberalizzazione a livello nazionale, contenuti nel recentissimo Decreto “del Fare”.