Venerdì, 28 Giugno 2013 06:26

Estate, incontro in Prefettura tra Faloni e le Forze dell'Ordine: massima attenzione su criminalità, circolazione stradale e incendi

Il Prefetto di Asti, sua Eccellenza Pierlugi Faloni Il Prefetto di Asti, sua Eccellenza Pierlugi Faloni

Nella mattinata di ieri, giovedì 27 giugno, si è riunito, presieduto dal Prefetto di Asti Pierluigi Faloni, il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per la consueta analisi di metà anno delle problematiche che caratterizzano a vario titolo l'ormai imminente periodo estivo.

Hanno partecipato all'incontro, oltre ai vertici in ambito provinciale delle Forze di Polizia, del Soccorso tecnico e della Polizia Munucipale di Asti, anche il Commissario Straordinario della Provincia, Prefetto Alberto Ardia.

L'incontro ha consentito un approfondimento di tutti quei fenomeni che per una serie di circostanze possono creare dei veri e propri ostacoli ad un ordinato vivere civile.

In questa ottica il Prefetto ha richiamato l'attenzione delle Forze di Polizia sugli aspetti di prevenzione e contrasto alla criminalità, su quelli relativi alla circolazione stradale, nonché sugli effetti che il clima estivo ha nel campo degli incendi: sia che si tratti di incendi boschivi che di sterpaglie ma, soprattutto, su quelli di interfaccia urbano-rurale che più di altri possono avere conseguenze tragiche, anche mortali.

Soffermandosi poi sull'attività di prevenzione e contrasto alla criminalità, ha sottolineato la necessità di porre particolare attenzione all'adeguamento dei dispositivi di prevenzione degli episodi di criminalità diffusa e della commissione di quei reati che possono impennarsi a seguito di un maggiore afflusso di turisti, e anche per l'abbandono delle residenze in occasione delle ferie estive.

Ed ancora, speciale vigilanza dovrà essere riservata a quei luoghi a forte richiamo turistico o comunque sede di incontri culturali e di intrattenimento, alle strutture ricettive e più in generale a quei siti che possono essere utilizzati come teatro di protesta da parte di aree antagoniste durante i momenti di aggregazione pubblica.

Dovrà essere mantenuto inoltre alto il livello di attenzione nei confronti dei fenomeni dell'immigrazione clandestina e di utilizzo di manodopera in lavorazioni stagionali, affinchè non si creino condizioni di disarmonia con la popolazione residente.

Per quanto attiene alla circolazione stradale dovrà essere garantita una regolare e ordinata fruizione della rete viaria, sia stradale che autostradale, assicurando il massimo impegno, anche in termini numerici, del personale da impegnare nei servizi, da parte delle Forze operative, ponendo in essere ogni azione repressiva nei confronti di comportamenti di guida che possono risultare pericolosi per la vita umana.

Faloni ha annunciato nella circostanza una prossima riunione del Comitato Operativo per la Viabilità che, come ogni estate, coordinerà tutte le componenti statali e locali chiamate ad intervenire in caso di emergenze che dovessero coinvolgere ed avere ripercussioni sull'ordinato transito veicolare in occasione dell'esodo estivo.

Sul tema degli incendi, anch'esso oggetto di successiva trattazione nel corso di una specifica riunione, il Prefetto ha voluto fin d'ora soffermarsi sulla necessità di procedere da parte dei Proprietari e Consessionari dei tratti stradali allo sfalcio ed al mantenimento dei fossi laterali alle articolazioni stradali.

Ha invitato gli Organi di Polizia presenti ad una attenta vigilanza ed a voler segnalare ogni condizione di potenziale pericolo agli Enti competenti in via ordinaria all'effettuazione della manutenzione in parola.

Ha preannunciato con la circostanza l'adozione di una circolare rivolta ai Sindaci, che meglio affronterà ed approfondirà la complessa materia.

Le Forze di Polizia interpellate concordamente hanno espresso la loro piena condisione circa le tematiche esaminate ed hanno altresì assicurato il massimo impegno per il raggiungimento degli obiettivi individuati.


Rafforzamento dei piani strategici di controllo

 

Prevenzione e contrasto alla criminalità

 

  • - Adeguamento del dispositivo per prevenire episodi di criminalità diffusa, reati suscettibili di aumento in virtù del maggiore afflusso di turisti;

  • - Furti in appartamento (a seguito delle maggiori temperature, maggiore propensione a lasciare aperte finestre e porte);

  • - Luoghi a forte richiamo turistico (Musei, Teatri, Fiere)

  • - Incontri serali nelle vie cittadine (feste, movida, uso eccessivo di alcool, ecc)


In particolare:


  • - Implementazione attività informativa;

  • - Implementazione attività di prevenzione;

  • - Servizi di vigilanza per obiettivi sensibili;

  • - Controllo attività ricettive;

  • - Luoghi affollati (turistici);

  • - Azioni di protesta delle aree antagoniste durante momenti di aggregazione pubblica (manifestazioni culturali ecc.);

  • - Spaccio ed uso di sostanze stupefacenti;

  • - Immigrazione clandestina;

  • - Lavoro stagionale, controllo affinchè non si crei disarmonia con la popolazione residente;


Circolazione stradale

 

  • Esodo (garantire circolazione, prevenzione e contrasto a comportamenti pericolosi di guida);

  • Corretta viabilità autostradale e extraurbana

  • Itinerari alternativi (ricordare l'incremento sulla rete extra urbana anche ad uso dei TIR causa i maggiori costi di benzina e autostrada);

  • Cantieri stradali, percorribilità delle strade e aggiornamenti sul traffico;


Incendi boschivi

 

  • - Previsione, prevenzione e soccorso

  • - Attività di Pianificazione e di Protezione Civile

  • - Gestione dell'emergenza

  • - Manutenzione dei fossi

  • - Sfalcio, anche per circolazione stradale


Fonte: Prefettura di Asti