Giovedì, 27 Giugno 2013 14:32

L'amaro Toccasana Negro rinnova il suo mito a Collisioni 2013

Nel crocevia di storie e di uomini che animano Collisioni 2013 e la sua piazza dedicata al Food &Wine, il mitico Toccasana Negro si colloca a buon diritto.

Un mito cresciuto sulle colline di Langa e frutto, come tanti prodotti dello stile italiano a tavola, di una artigianalità legata al territorio che nel tempo, restando sempre fedele a se stessa, ha saputo dettare gusti e tempi in tutto il mondo.

Preparato, oggi come cinquant’anni fa, con la stessa ricetta segreta creata dal famoso erborista di Cessole, Teodoro Negro, l’amaro leggero delle Langhe è main sponsor di Collisioni 2013 e ne interpreta lo spirito: le 37 erbe che ne compongono l’infuso sono la sintesi del territorio delle Langhe, in particolare le colline più alte, dove l’ambiente è incontaminato e le specie spontanee sono più valorizzate.

A Collisioni 2013 il Toccasana Negro è protagonista di un interessante incontro-talk show aperto al pubblico sabato 6 luglio alle ore 18 nella piazza Rosa davanti al castello di Barolo, dove vari testimonial e giornalisti racconteranno la sua storia originale e quella del suo geniale inventore. Ospiti dell’incontro saranno, tra gli altri, la cantautrice Giua e il poeta Piermario Giovannone.

Seguirà, ovviamente, una degustazione di Toccasana Negro per tutti i partecipanti all’incontro e questo servirà per farlo provare a chi non lo conosce ancora, mentre sarà un gradito “ripasso” per coloro che nel tempo hanno avuto altre occasioni per incontrarlo.

Con la sua gradazione contenuta in 21 gradi alcool, “l’Amaro delle Langhe, leggero per tradizione” sarà protagonista in vari punti di accoglienza qua e là nel centro storico di Barolo per proporre ai turisti e agli appassionati il suo colore ambrato ingentilito dai riflessi dorati, i profumi eleganti ed eterei delle erbe aromatiche e delle spezie dolci, il sapore pieno e deciso, che si nobilita e caratterizza in un gradevole retrogusto amarognolo.

Toccasana Negro è così da sempre. Unico, diverso, intenso. Oltre le mode e le generazioni.