Lunedì, 29 Aprile 2013 12:16

Regione Piemonte: le decisioni del 29 aprile 2013 della Giunta Regionale

Edilizia, sanità e diritto allo studio sono i principali argomenti deliberati questa mattina dalla Giunta regionale. La riunione è stata coordinata dal presidente Roberto Cota. 


Sanità. Su proposta dell’assessore  Cavallera, si è provveduto a deliberare: 
- la proroga sino al 30 giugno 2013 dei contratti stipulati per il biennio 2011/12 con le strutture sanitarie equiparate a quelle pubbliche e sono state autorizzate le Asl  a prorogare con gli stessi temini i contratti stipulati  con le strutture private nel biennio 2011/12. La delibera precisa che i budget del primo semestre 2013 sono da considerarsi provvisori e che la proroga dei contratti è attuata esclusivamente nella salvaguardia della tutela della popolazione. 
- l’approvazione dei criteri fondamentali per l’individuazione delle tipologie più adatte nelle strutture residenziali sperimentali per minori già attive o in possesso del consenso alla sperimentazione, nel Comune di Torino. L’assenso regionale a tutte le sperimentazioni è comunque prorogato fino alla fine dell’anno. 

Edilizia. Su proposta dell’assessore Quaglia

- è stato prorogato dal 30 aprile al 20 maggio 2013 il termine per la presentazione alle Atc e ai Comuni che gestiscono in proprio il patrimonio di edilizia sociale della dichiarazione ISEE, finalizzata all’accesso al fondo sociale da parte degli assegnatari di alloggi in condizione di morosità incolpevole. La proroga è consentita esclusivamente a chi percepisce redditi diversi da lavoro dipendente o assimilato, che si avvalgono per la dichiarazione dei redditi del modello Unico. E’ confermato il termine del 15 giugno per la comunicazione da parte delle Atc alla Regione dell’ammontare complessivo della morosità incolpevole. 
 - sono state approvate le autorizzazioni all’Agenzia  Territoriale per la Casa della Provincia di Torino per interventi di manutenzione straordinaria per un totale di oltre un milione di euro.

Diritto allo studio universitario. Sono state presentate dall’assessoreMolinari modifiche e integrazioni al disegno di legge regionale riguardante il Diritto allo studio universitario, finalizzato a dare attuazione all’articolo 6 del decreto Tremonti che ha posto come limite massimo per gli organi di amministrazione di tutti gli enti pubblici il numero di 5 componenti. Questo disegno di legge di modifica della Legge Regionale n.16 del ’92 prevede tra le svariate modifiche, che il cda  sia composto da 1 Presidente e da 4 componenti nominati dal Consiglio regionale e scelti tra persone che hanno ricoperto funzioni amministrative presso enti pubblici e privati. 

Sono stati inoltre approvati: 

- su proposta dell’assessore Porchietto, l’adesione della Regione Piemonte alla proposta del Ministero dello sviluppo economico volta a sottoscrivere con ogni regione italiana un apposito Protocollo d’intesa recante le modalità ed i termini per lo svolgimento delle azioni comuni finalizzate alla diffusione delle Linee guida dell’OSCE in materia di responsabilità sociale d’impresa, senza oneri a carico del bilancio finanziario 2013. 

- su proposta dell’assessore Sacchetto, le disposizioni per l’esecuzione dei trattamenti anticrittogamici con mezzi aerei limitatamente alla coltura della vite;  l’approvazione dei criteri per la presentazione delle domande di aiuto (che costituiscono anche le domande di pagamento del primo anno) relative alla campagna 2013 da parte di agricoltori  che hanno già presentato domande di aiuto per investimenti non produttivi e per i giovani agricoltori che hanno aderito ai bandi  per il sostegno all’insediamento di agricoltori giovani.;  la richiesta di emissione del Decreto Ministeriale Integrativo di riconoscimento dell’eccezionalità dei nubifragi con trombe d’aria, avvenuti tra il 4 e il 6 agosto 2012 nelle province di Alessandria, Asti, Cuneo, Novara e Vercelli.