Stampa questa pagina
Lunedì, 29 Aprile 2013 08:43

Sagra dell'Asparago Saraceno e Rievocazione storica: week end di festa a Vinchio

La diciassettesima edizione della “Rievocazione storica della vittoria di Aleramo sui saraceni” e la trentasettesima “Sagra dell’asparago saraceno” si svolgeranno a Vinchio sabato 4 e domenica 5 maggio, appuntamenti annuali consolidati e di grande richiamo sul territorio provinciale.

L’amministrazione di Vinchio, con la collaborazione del Teatro degli Acerbi, ha elaborato un programma volto a dar risalto ed attenzione alla rievocazione dell’evento storico arricchendolo di momenti d’arme e teatro per allietare e accompagnare il numeroso pubblico durante la serata.

Parteciperà alla manifestazione “l’Ordine di San Michele”un gruppo che, svolgendo accurate ricerche storiche, si pone come obiettivo la rappresentazione di tecniche di combattimento e del costume, dei valori e del significato della cavalleria.

Saranno inoltre presenti il teatro dei burattini di Vincenzo Tartaglino, i trampolieri e mangiafuoco Familupis, tamburini e sbandieratori del Gruppo “Alfieri dell’Astesana”, il gruppo di musici medioevali della “Compagnia del Coniglio” e gli artisti di strada Claudio e Consuelo.
 
Tema della manifestazione in programma sabato 4 maggio sarà la rievocazione della vittoria di Aleramo, Conte d'Acqui, sui Saraceni e la festa del popolo per la scacciata del nemico. Nel 935 a Vinchio il capostipite dei Marchesi del Monferrato, alla guida dei suoi soldati e dei Vinchiesi, sconfisse i Saraceni ai piedi dell’omonimo bricco.

Al crepuscolo, dalle ore 19, il centro storico del paese verrà aperto al pubblico, libero di aggirarsi in taverne, cantine e osterie ambientate in epoca medioevale, dove verranno distribuiti i vini della Cantina Sociale di Vinchio – Vaglio Serra ed i piatti tipici locali preparati dalle Pro-loco di Incisa Scapaccino, Castelnuovo Belbo, Vinchio, Vigliano d’Asti, Agliano Terme, Vaglio Serra, Santa Caterina di Rocca d’Arazzo, Cortiglione, Nizza Monferrato, Mombercelli, dal Comitato per Noche, dall’Agriturismo San Michele, dal Gruppo Alpini di Vinchio e dall’Ostello Mare Verde.

Durante la serata il pubblico sarà coinvolto in un percorso di azioni teatrali e duelli d’arme che culmineranno nella rappresentazione della cacciata del Saraceno.

Il percorso sarà suddiviso nel borgo medioevale del popolo vinchiese, difeso e presidiato dagli aleramici, e nella zona oltre le mura, con la minaccia degli invasori saraceni e il bosco delle streghe.  I predoni nel loro accampamento, tra musica arabeggiante e atmosfere notturne al chiaro di braceri, rapiranno le donzelle imprudenti tendendo agguati al pubblico e tentando incursioni nella zona aleramica.

Dalle ore 20.30 nel borgo medioevale tra animazioni, antichi mestieri e scene di vita popolare, si aggirerà Aleramo (interpretato anche quest’anno da Pierluigi Berta) con al fianco Alasia e la sua ronda armata, il popolo e gli Aleramici che si apprestano a dar battaglia. I Saraceni, oltre le mura, si mobiliteranno arruolando tra le loro file nuovi “infedeli” in vista dello scontro, cercando di far breccia con incursioni che culmineranno in suggestivi duelli d’arme.

Il pubblico sarà allietato da spettacoli teatrali e di burattini, musica medioevale ed esibizioni di trampolieri e mangiafuco.
I giullari Claudio e Consuelo si esibiranno in uno spettacolo medioevale di giocoleria a colpi di mazze volanti, birilli e torce infuocate.

Dalle 23.00 lungo le strade del centro storicoAleramo e la sua ronda armata salgono verso Piazza San Marco radunando il popolo e gli Aleramici, apprestandosi a dar battaglia agli invasori.

Alle ore 23,30in piazza San Marco l’incursione dei saraceni guidati dal loro condottiero:infurierà un grande e suggestivo scontro d’arme tra i guerrieri delle due fazioni che culminerà nel processo e cacciata degli invasori.  A seguire i festeggiamenti del popolo per la vittoria con i teatranti, i tamburini, i trampolieri ed i mangiafuoco.
 
Funzionerà servizio bus navetta gratuito con partenza in Loc. S. Pancrazio – Campo sportivo (per coloro che provengono da Nizza Monf.) ed in Loc. Pontetto di Mombercelli (per coloro che provengono da Asti)
 
 
La domenica 5 maggio verrà interamente dedicata alla sagra del prelibato “asparago saraceno”. L’asparago saraceno di Vinchio ha ottenuto la qualifica di P.A.T. (Prodotto Agroalimentare Tradizionale)ed è un prodotto di nicchia, coltivato da una quindicina di agricoltori sulle pendici sabbiose delle colline di Vinchio, che grazie alle particolari caratteristiche del terreno è unico per sapore e qualità organolettiche. Prende il nome di "Asparago del Saraceno" perché la collina dove sono coltivati in maggior quantità è detta Bricco dei Saraceni (Il toponimo deriva proprio dal fatto che nella zona nel 935 si svolse una cruenta battaglia tra gli invasori berberi e le truppe Aleramiche, di cui si svolge la rievocazione nella serata di sabato 4 maggio).

La giornata di domenica si apre con un mercatino allestito in piazza San Marco, dove è possibile degustare ed acquistare i vini, gli asparagi e gli altri prodotti tipici, per culminare in un grande pranzo preparato dalle cuoche della Pro Loco di Vinchio durante il quale saranno serviti i prelibati “Asparagi del Saraceno” accompagnati dai rinomati vini della Cantina Sociale Vinchio-Vaglio Serra. Il menù del pranzo prevede: Frittelle di Asparagi, Carne cruda alla monferrina, Asparagi in salsa, Asparagi alla Vinchiese, Tajarin e Fase', Arrosto con Asparagi, Dolce della Festa, Caffè, Vini della Cantina sociale di Vinchio-Vaglio (prezzo euro 30,00 – per prenotazioni 331/34.48.646).
 
La Rievocazione storica e la Sagra dell’asparago Saraceno sono l’occasione per conoscere Vinchio, caratteristico paese che sorge su un gruppo di colline tra Langhe e Monferrato in un panorama veramente spettacolare, ed avere così modo di apprezzarne l’ospitalità, la storia, gli straordinari sapori ed i profumi dei prodotti della sua terra.

Vinchio sorge su un gruppo di colline tra Langhe e Monferrato, con il concentrico scandito da tre strade di origine romana (Ramaudio, Luparia e Fonsmagna). Si estende su un territorio prevalentemente collinare di 9,31 Kmq. su cui vivono 654 abitanti. L’altitudine è di 269 m. sul livello del mare. Dal centro storico, un tempo dominato dal Castello appartenuto ai Marchesi Scarampi del Carretto, il panorama è veramente spettacolare: una successione di colli, sui quali si arrampicano i vigneti, lasciando affiorare di tanto in tanto gruppi di cascine che paiono spuntare dal suolo come funghi. Davide Lajolo, uomo politico e scrittore di origine Vinchiese, di cui quest’anno ricorre il Centenario della nascita, se lo ricorda così: D'inverno il mio è il paese del fango, come in primavera è il paese dei peschi e dei ciliegi in fiore, d'estate è il paese delle lucertole e delle lepri, d'autunno il paese dell'uva, delle vendemmie nere del barbera.

Vinchio è situato a sud di Asti ed a circa 7 km. da Nizza Monferrato.  Per raggiungerlo si consigliano le uscite autostradali di Asti Est dell’autostrada A21 (proseguendo poi verso Isola d’Asti, Montegrosso, Mombercelli) o di Alessandria Sud dell’autostrada A26 (proseguendo poi per Nizza Monferrato).

Chi desiderasse prolungare la sua permanenza a Vinchio, magari approfittando della sagra per affacciarsi al delizioso mondo del turismo enogastronomico, potrà usufruire dei numerosi servizi turistici presenti sul territorio.

Il Comune di Vinchio ha adottato un Sistema di Gestione Ambientale che nel mese di dicembre 2006 ha ottenuto la Certificazione ambientale di conformità alla norma UNI EN ISO 14001:2004 (rinnovata nel 2012) e nell’ottobre 2007 è avvenuta la Registrazione EMAS (rinnovata nel 2011). L’applicazione di tale sistema significa mettere al centro dell’attività comunale l’attenzione alla tutela dell’ambiente e la promozione di iniziative che siano compatibili con uno sviluppo sostenibile e qualificato del territorio.

In tale contesto di riferimento il Comune ha deciso di ripetere anche nell’anno 2013 il progetto “ECOFESTA”. Al fine di ridurre la quantità di rifiuti da smaltire in discarica prodotti durante lo svolgimento della “Rievocazione storica della vittoria di Aleramo sui Saraceni” tutti coloro che provvederanno alla distribuzione dei piatti tipici locali utilizzeranno materiali che possano essere raccolti e destinati al processo di compostaggio (piatti, posate, bicchieri, tovaglioli) e verrà attuata la raccolta differenziata delle varie tipologie di rifiuto.

Inoltre per ridurre l’impatto della manifestazione sull’ambiente, dovuto al traffico, si invitano i cittadini a utilizzare il servizio gratuito di bus navetta e, se possibile, condividere un passaggio in auto fino al punto di interscambio in località Pontetto di Mombercelli per chi proviene da Asti e presso il Campo sportivo di Vinchio in località San Pancrazio per chi proviene da Nizza Monferrato.

Per informazioni e per il programma completo della manifestazione:

Comune di Vinchio 

Tel. 0141-95.01.20   
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   - www.comune.vinchio.at.it