Domenica, 28 Aprile 2013 12:15

Revigliasco: grande partecipazione per la celebrazione del 68esimo anniversario della Liberazione

Una partecipazione numerosa e motivata ha caratterizzato la celebrazione del 68° anniversario della Liberazione, svoltasi a Revigliasco nella mattinata di domenica 28 aprile. 

La cerimonia ha avuto inizio alle ore 10 con la funzione religiosa officiata dal Parroco don Pierino Torchio ed a cui hanno preso parte, in forma ufficiale, il Sindaco, Laura Novara, unitamente alla Giunta ed al Consiglio Comunale. Nei pressi dell'altare campeggiavano il Gonfalone Municipale e i labari dell'Associazione Alpini, dell'Associazione Combattenti, dei Bersaglieri e della Coldiretti. Alla cerimonia hanno preso parte anche il Presidente della sezione A.N.A. e della locale Associazione Combattenti, cav. Provino Conti, l’agente di Polizia Locale, Davide Binello,  il Segretario di Zona Coldiretti, Renzo Turello ed una rappresentanza dei bersaglieri coordinata dal revigliaschese Fortunato Petrov.

Nell’omelia il Parroco ha evidenziato l’importanza di “rendere onore ai Caduti che hanno sacrificato la loro vita per la libertà della nostra nazione”.

Al termine della S. Messa, sul piazzale antistante la Chiesa, addobbato con le bandiere tricolore, il Sindaco ha letto i nomi dei sette revigliaschesi che persero la vita nella seconda guerra mondiale ed i cui nomi sono incisi sulla lapide infissa sulla facciata del Municipio. Il Parroco ha quindi benedetto la lapide mentre il Sindaco ha tenuto l'orazione ufficiale ricordando “gli eroi che lottarono con determinazione, tenacia e spirito di sacrificio” ed evidenziando che “il grande senso di responsabilità che ispirò i nostri giovani eroi, oggi, deve rappresentare per noi lo stimolo ad affrontare con coraggio la crisi economica che affligge la nostra nazione con la speranza che il nuovo Governo, di larghe intese, attui le necessarie riforme”. Al termine degli interventi la corona d’alloro è stata portata al monumento ai Caduti, sito presso il Campo della Gloria.

Mazzi di fiori sono inoltre stati deposti dall’Amministrazione alle lapidi e sulle tombe di chi partecipò alla lotta partigiana. La manifestazione si è conclusa nell'ex Sala Combattenti con un rinfresco dedicato al 68° anniversario della Liberazione ed offerto dall’Amministrazione Comunale a tutti gli intervenuti.