Domenica, 28 Aprile 2013 09:20

Economia: alleanza fra imprese di Canelli e della provincia di Alessandria: il futuro dai fondi europei


Le aziende del distretto enomeccanico della Valle Belbo nell'astigiano alleate con le imprese di Alessandria. Due seminari informativi si sono svolti ad Alessandria presso l'Unione Industriale e a Canelli presso l'Enoteca Regionale promossa dal Comune, Oicce e dall'agenzia Lamoro. Lo scopo è quello di creare progetti condivisi, contratti di rete come previsto dalla comunità europea per accedere con forza e maggiori probabilità di successo a finanziamenti.



All'incontro hanno partecipato gli imprenditori in rappresentanza di una quindicina di PMI del territorio, Giuseppe Monighini dell'ufficio studi di Confindustria, Umberto Fava dell'agenzia di sviluppo LAMORO, Fabio Sansalvadore, docente del dipartimento di Management della Facoltà di Economia di Torino, Tessa Zaramella, specialista in progetti europei presso la provincia di Torino.

“Vogliamo informare le aziende sulla strategia della Commissione Europea sui prossimi bandi per il periodo 2014-2020 - ha detto Monighini - e seguire tutte le fasi per essere pronti quanto saranno disponibili le risorse. Inoltre affianchiamo gli imprenditori nella difficile fase di compilazione delle domande di finanziamento. Gli obiettivi che perseguiamo sono quelli di migliorare la competitività del settore industriale, promuovere nuove opportunità di investimento attraverso l’elaborazione di progetti innovativi, incoraggiare l’imprenditorialità attraverso la predisposizione di strumenti e metodologie che trasformino le idee innovative in attività che generano valore”.

Il progetto “Easy Finance” per le piccole medie imprese, finanziato nell’ambito del programma “MED” www.programmemed.eu è finalizzato ad ottenere questi obiettivi – ha detto Umberto Fava. “Il valore aggiunto della cooperazione è la sua transnazionalità: sono i sette partner del progetto che rappresentano cinque Stati europei del bacino del Mediterraneo: Italia, Spagna, Slovenia, Grecia e Francia”. Easy Finance è stato compreso dagli imprenditori locali come un laboratorio sperimentale per ripensare al proprio supporto finanziario. L'accesso ai finanziamenti, infatti, rappresenta una delle sfide principali per la creazione, la sopravvivenza e la crescita delle stesse. La commissione europea – ha concluso Fava - si propone di promuovere lo spirito imprenditoriale di successo e di migliorare il contesto imprenditoriale per le Pmi”

 

Uno strumento informativo utile per gli imprenditori per fare “contratti di rete” è la guida ai finanziamenti per le PMI. Scritta a due mani da Maurizio Cisi e Fabio Sansalvadore, docenti della Facoltà di Economia di Torino, è stata presentata in occasione del seminario. E' un concentrato di suggerimenti e informazioni pratiche per muoversi nella difficile situazione attuale con una visione positiva sul futuro costituita anche dai finanziamenti diretti della Commissione Europea per il 2014 – 2020.

 

Nell’ambito delle Pmi e dei servizi alle imprese sono due i filoni di finanziamento sul quale puntare nel costruzione della rete : Cosme e Horizon 2020. Le particolarità dei due bandi sono state spiegate da Tessa Zaramella. “La prassi che verrà adottata dalla commissione per l'assegnazione delle risorse verterà su grandi obiettivi per favorire una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva nei quali ricerca, sviluppo e innovazione nel campo delle energie rinnovabile e delle piccole medie imprese rappresentano la quasi totalità dei fondi previsti per i prossimi sette anni. “L'obiettivo della politica di coesione adottata dall'Europa – ha detto nella presentazione - è lo sviluppo armonico dell'Unione, una politica in grado di rimuomere gli ostacoli che determinano il divario di sviluppo fra le regioni. Si attende di conoscere l'entità delle risorse previste per la il Piemonte, una regione che possiede i poli di innovazione e le competenze necessarie per raccogliere la sfida”.

 

Nell'altra riunione a Canelli per la presentazione della guida e delle possibilità offerte dal progetto Easy Finance in collaborazione con gli imprenditori alessandrini, hanno partecipato il sindaco di Canelli, Marco Gabusi, il direttore di Oicce, Pierstefano Berta, il direttore di Lamoro, Umberto Fava e alcuni amministratori delle aziende del distretto enomeccanico che rimane l'area più produttiva e con maggiori possibilità di internazionalizzarsi nella provincia astigiana.