Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:18

Già 65 mila piemontesi colpiti dall'influenza nel 2015

Il Piemonte si trova ancora nel periodo di picco stagionale per le Sindromi Influenzali (ILI): l’incidenza totale, in aumento soprattutto nell’età giovanile, è di 15 casi per 1000 assistiti, con una stima di circa 65mila casi.


Il SeReMi, servizio di riferimento regionale per la sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive, ha diramato oggi il bollettino settimanale con i dati dell’epidemia influenzale in atto in Piemonte.

L’incidenza delle sindromi influenzali, nella sesta settimana del 2015, è di 15 casi ogni mille assistiti: si stima che siano 65.000 i piemontesi colpiti dall’influenza. La scorsa settimana era di 14,7 casi per 1000 assistiti. 

La stima nazionale è di 9,5 casi/1000, più bassa di quella del Piemonte, come negli scorsi anni, e in diminuzione.

Nell’età pediatrica (0-14 anni), l’incidenza è di 33 casi per mille assistiti, nella fascia 15-64 anni l’incidenza è di 15 casi per mille persone, nella fascia di età dai 65 in avanti è di 5 casi.

I passaggi in pronto soccorso sono stabili rispetto alle settimane precedenti: 11,6 % dei passaggi totali, anche se con variazioni a seconda delle zone geografiche.

I casi gravi, dall’inizio della stagione influenzale ad oggi, sono 40, 20 uomini e 20 donne: 2 nella fascia d’età 0-14 anni, 31 nella fascia d’età 15-64 anni, 7 nella fascia dei 65anni ed oltre.