Giovedì, 12 Febbraio 2015 06:14

Asti, in piazza a sostegno di Syriza guardando alla sinistra italiana

Un presidio a sostegno di Syriza, il partito greco che sta sfidando l'Europa e a sostegno della manifestazione nazionale di sabato 14 febbraio a Roma.
Così, questa mattina e oggi pomeriggio, una decina di attivisti della sinistra astigiana si sono ritrovati sotto i portici Anfossi a sostegno del partito guidato da Alexis Tsipras: "La Grecia dimostra che una alternativa democratica e sociale alla austerità e al neoliberismo è possibile e può vincere - afferma Michele Clemente - noi oggi siamo qui per dare voce a un movimento che in Grecia ha trovato finalmente voce, e che dice stop alle politiche di Austerity imposte dalla Troika. Una politica che sta facendo breccia anche in Spagna con Podemos e che speriamo presto possa trovare spazio anche in Italia".
 
"L'Europa, continua deve ora decidere se sospendere la democrazia con i suoi ricatti oppure dare voce liberamente dalla voce che viene dal basso - continua - non siamo sudditi della Germania: i prossimi giorni e settimane saranno cruciali. Non possiamo lasciare i greci da soli a combattere.Ci rivolgiamo a tutto il mondo amplissimo che si è detto in questi giorni vicino a Tsipras e al popolo greco e a tutti coloro che hanno a cuore la democrazia, la dignità e una nuova Europa".
 
Ma in Italia quale partito incarna di più il sentimento di Tsipras: "Nella sinistra italiana non c'è una vera e propria Syriza, anche se molti partiti della sinistra si sono accasati con Tsipras alle ultime europee. C'è un dibattito profondo in corso in questo momento: da una parte c'è chi insiste con l'uscita dall'Euro propagandata da Grillo e chi invece pensa che sia giusto dare spazio a una Europa costruita su un modello economico nuovo".


A.F.