Martedì, 10 Febbraio 2015 17:30

Il Comune di Asti aderisce alla Giornata del Risparmio Energetico “M’Illumino di Meno”

Il Comune di Asti aderisce alla Giornata del Risparmio Energetico “M’Illumino di Meno” del 13 febbraio 2015, ideata dal programma radiofonico Caterpillar di Radio 2 e giunta all’undicesima edizione. 

“Si tratterà di azioni simboliche, quali lo spegnimento dell’illuminazione di monumenti e di edifici pubblici, ovvero Palazzo Civico, P.zza San Secondo, Torre Rossa di P.zza Santa Caterina. Inoltre negli uffici comunali si spegnerà la luce dalle 10 alle 11” dice l’Assessore Maria Bagnadentro “l’intendimento è di richiamare l’attenzione sulla necessità di ridurre il consumo energetico e conseguentemente delle fonti di energia che, come ormai ben noto, non sono inesauribili.

Verranno inoltre spente le luci negli uffici comunali dalle ore 10.00 alle ore 11.00

Il Comune invita la cittadinanza (singoli cittadini, ma anche negozi e attività) a spegnere le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili nello stesso orario dalle ore 10.00 alle ore 11.00.

Queste sono le azioni che possiamo mettere in atto tutti i giorni per il risparmio energetico e che costituiscono il famoso Decalogo di “M’Illumino di Meno”:

1. spegnere le luci quando non servono
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.