Lunedì, 09 Febbraio 2015 16:27

La "Mezza Stagione" di Costigliole, un successo completo

Continua con grande successo la dodicesima edizione della “mezza stagione”, il cartellone della Stagione invernale 2014/2015 del Teatro Municipale di Costigliole d’Asti. Sabato sera tutto esaurito e lunghi applausi per lo spettacolo musicale "L'ora canonica: Padre Filip e l’orchestra Bluette".

Padre Filip ("Pippo" Bessone), ex cantante ed autore dei Trelilu fino al 2012, oggi in una veste nuova, quella di un (finto) prete che parla dalla sua canonica, canta canzoni e racconta “parabole” che sono più che altro facezie e storielle comiche di stampo laico. Il tutto accompagnato dall'Orchestra Bluette. A seguire dopoteatro nella Cantina dei Vini sottostante il teatro con le "Apparizioni tascabili": Federico Gheduzzi, giovane attore astigiano, ha interpretato alcuni pezzi satirici di Walter Chiari e Gioele Dix.

Domenica pomeriggio pienone di bambini e famiglie per l'atteso debutto del nuovo spettacolo del Teatro degli Acerbi "Luis Sepùlveda: storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza" nell'ambito degli appuntamenti realizzati in collaborazione con la Fondazione TRG - Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte. L'adattamento teatrale e la regia sono di Fabio Fassio; in scena Manuel Bruttomesso (Nespolo Lo Giullare) e Elena Romano.

La stagione teatrale è realizzata dal Comune di Costigliole d'Asti con la direzione artistica del Teatro degli Acerbi ed in collaborazione con la Biblioteca Comunale e con il supporto delle Associazioni Costigliole Cultura e Costigliole Internazionale. Fondamentale è il contributo della Regione Piemonte, della Fondazioni C.R.Asti e C.R.T., di importanti sponsor locali (Bosca, Bianco Auto, Casa Vinicola Morando, Distilleria Beccaris e SOMET) e la collaborazione del Circuito Regionale dello Spettacolo, la Fondazione Live Piemonte dal Vivo.

Per informazioni e prenotazione biglietti: Teatro degli Acerbi 339-2532921 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.teatrodegliacerbi.it e su facebook.