Lunedì, 09 Febbraio 2015 15:52

Dalla Regione: una lettera anonima denuncia pratiche irregolari nel servizio del TPL su gomma

Una segnalazione anonima inviata all’assessorato ai Trasporti e ad altri enti interessati, ha segnalato una presunta pratica fraudolenta perpetuata nell’effettuazione di servizi di Trasporto pubblico locale su gomma su direttrici interprovinciali.

Precisa e circoscritta la denuncia “dell’onesto cittadino” (come si firma nella missiva anonima) che descrive come su una singola tratta il vettore ottenesse due volte il contributo pubblico pur effettuando un’unica corsa.
 
L’assessore Balocco ha immediatamente disposto un’indagine che, al di là della veridicità e dei risvolti giuridici della vicenda, possa fare chiarezza su quanto queste attività siano eventualmente diffuse, chiedendo alle province interessate di approfondire il caso specifico e alle altre province e soggetti di delega di verificare se esistono analoghi casi da segnalare, tramite l’analisi sinottica dei quadri orari delle linee su gomma, per individuare servizi che possano risultare supposti o addirittura non realmente effettuati, avvalendosi anche del supporto dell'Agenzia della Mobilità Piemontese.
 
“In un’epoca di ristrettezze che impone tagli e razionalizzazioni – ha commentato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco- non possiamo permettere a eventuali “furbetti del pulmino” di distrarre indebitamente risorse, facendo magari contestualmente ricorsi o lamentandosi per le richieste di riorganizzazione del servizio che giungono dalla Regione”.
L’iniziativa dell’assessorato ai Trasporti si aggiunge agli esposti alla Procura che altri soggetti interessati hanno inoltrato.
 
“Con l'attivazione su tutto il territorio regionale del Bip - prosegue Balocco - sarà possibile scongiurare queste pratiche e la Regione disporrà di uno strumento di controllo puntuale per effettuare una programmazione realmente rispondente alle esigenze dell'utenza