Lunedì, 09 Febbraio 2015 10:04

Ragazza morta alla fermata del bus, oggi prevista l'autopsia

Sarà una settimana importante per capire qualcosa di più sul giallo della ragazza astigiana di origine marocchina morta dieci giorni fa nel quartiere di Praia. 
Dovrebbe essere effettuata oggi presso l'Ospedale Cardinal Massaia l'autopsia alla giovane trovata senza vita alla fermata del bus di Corso Casale; sul suo corpo non sono state rilevate lesioni, motivo che in un primo momento aveva fatto pensare ad una morte naturale con conseguente archiviazione del caso da parte della procura e nullaosta per i funerali.
 
Ma le testimonianze dei soccorritori che hanno dichiarato che Sara Mosameh perdeva sangue dalla bocca hanno spinto la madre della ragazza a rivolgersi agli avvocati Roberto Caranzano e Claudia Malabaila affinchè chiedessero nuovi accertamenti; la perdita di sangue dalla bocca, infatti, potrebbe essere sintomo di lesioni interne.
 
Le indagini sono coordinate dal procuratore Giorgio Vitari che ha disposto l'autopsia sul corpo della giovane affinchè si possano determinare le cause delle morte e appurare se si è trattato di morte naturale oppure se c'è stata violenza su di lei.