Venerdì, 06 Febbraio 2015 16:08

Scuole astigiane sotto controllo dai tetti in giù

Una stagione di significativi interventi manutentivi è stata avviata dalla Città di Asti nell'ambito del piano pluriennale del Settore Lavori Pubblici e del monitoraggio sulla sicurezza degli edifici scolastici elaborato nel luglio scorso d’intesa col Servizio Istruzione e in sinergia con i Dirigenti Scolastici.
Sono complessivamente 33 le scuole e 6 gli asili nido della Città, a sommare un patrimonio pubblico rilevante da preservare e custodire, a fronte di minori entrate e dello stato di vetustà di molte strutture.

Come ben si comprenderà i tetti costituiscono una voce prioritaria tra gli interventi previsti. Si è iniziato con la ripassatura, sostituzione listelli e tegole, isolamento termico del sottotetto alle scuole Cavour e Pascoli, ormai concluse, mentre è  di prossima esecuzione (inizio marzo), perché già appaltato, il rifacimento totale, ben più impegnativo, della copertura della scuola dell'infanzia XXV Aprile. E’ anche in programma, entro settembre, il rifacimento, con sovracopertura e rimodellamento, del  tetto della scuola dell’infanzia Collodi.

Gli interventi di rifacimento dei tetti si aggiungono ad altri già portati a termine nel recente passato (2012) alle scuole Dante Alighieri, P. Donna di Serravalle, Goltieri e Bottego di Quarto. Altra voce rilevante, sempre relativa ai tetti delle scuola, la bonifica da amianto che ha interessato la scuola Baussano e gli asili Panda, Colibrì e Scoiattolo.

In tema di sicurezza non è tutto, se si considerano altri interventi qualificanti e preventivi, di recente introduzione, quali le “indagini di verifica sugli elementi non strutturali”, intonaci e controsoffittature, in grado di rilevare anomalie celate da precedenti opere di muratura. Le indagini finora eseguite hanno, in una prima fase, determinato la necessità di interventi di consolidamento nelle scuole  Dante e XXV Aprile.

“Nel Bilancio 2015, l’Amministrazione della Città, privilegiando gli interventi di progressiva messa in sicurezza degli edifici scolastici, ha stanziato € 1.600.000,00 finalizzati a interventi per l’ottenimento del Certificato prevenzione incendi (CPI) e di miglioramento delle condizioni di sicurezza e igienico-sanitarie delle scuole” ha dichiarato il Sindaco Fabrizio Brignolo,  mentre l’Assessore ai Lavori Pubblici e Finanze Alberto Bianchino ha precisato che non verranno trascurate altre possibili fonti di finanziamento: “Gli Uffici stanno lavorando per presentare progetti alla Regione Piemonte e tentare di accedere a mutui con oneri a totale carico dello Stato, previsti dal bando triennale 2015/17 di edilizia scolastica. Possibili beneficiari dei contributi le scuole: infanzia di Corso Alba, primarie Pascoli, Rio Crosio e Baracca”.

L’Assessore all’Istruzione Marta Parodi rassicura: “Non viene naturalmente trascurata la manutenzione ordinaria, per quanto attiene a lavori in economia, rilevati anche grazie ai sopralluoghi avviati e in corso, scuola per scuola, da parte del Sindaco, mia e dell’Assessore Alberto Bianchino”.