Venerdì, 30 Gennaio 2015 15:15

Coldiretti Piemonte: Agriable, turismo e agricoltura per tutti

“Agriturismi accessibili: progetti e politiche per Expo 2015 e per lo sviluppo futuro delle aree rurali”. Questo il titolo del convegno finale per il progetto Agriable svoltosi nei locali dell’Aou-Città della salute e della scienza di Torino.

«Ciò che è accessibile alle persone con bisogni speciali è più comodo per tutti: questa la convinzione alla base del progetto Agriable, turismo e agricoltura per tutti, ideato dagli Agriturismi di Terranostra Campagna Amica – spiega Stefania Grandinetti, presidente Terranostra Piemonte – La persona portatrice di bisogni speciali è un turista, con pieno diritto di scoprire e vivere, in modo appagante, il territorio, indipendentemente dalle esigenze legate alla sua particolare condizione. Per garantire questo diritto è necessario aumentare l’accessibilità delle strutture turistiche creando condizioni dove le persone possano sentirsi accolte senza pregiudizi».

«Chi sono le persone portatrici di bisogni speciali? – aggiunge Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino – Sicuramente le persone con disabilità fisica, anche temporanea, ma anche coloro che hanno particolari esigenze alimentari, le persone anziane, le famiglie con bambini, le mamme o i papà single ecc. Il progetto Agriable, partendo dall’esperienza in materia di agricoltura sociale di Coldiretti, ha individuato nella rete degli Agriturismi di Terranostra Campagna Amica un punto di partenza strategico per costruire nuovi percorsi di accoglienza nei territori rurali. La co-progettazione tra il livello provinciale e quello regionale ha presentato il punto di forza di Agriable».

L’esperienza progettuale che ha ottenuto il riconoscimento dell’UNAR – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali ha permesso, grazie alla collaborazione di un gruppo di agriturismi pilota, di redigere e condividere i principi per un modello di struttura agrituristica accessibile che saranno presentati nel corso del convegno e saranno resi disponibili a tutti gli agriturismi che vorranno raccogliere la sfida di nuove forme di accoglienza e attenzione alle persone.

Il convegno finale è stato l’occasione per presentare la targa di benvento, scritta in italiano, in inglese e in braille, che gli agriturismi di Terranostra Campagna Amica esporranno in azienda, il gioco Agritable, da proporre agli ospiti per testare la loro conoscenza rispetto ai sei motivi di discriminazione – genere, età, disabilità, orientamento sessuale e identità di genere, religione e convinzioni personali e origine etnica – e l’esperienza di inserimento lavorativo di ragazzi disabili in agriturismo.