Giovedì, 15 Gennaio 2015 12:20

Asti: è pace fatta, o quasi, sugli archi di Corso Alba

È pace fatta, o quasi, sugli archi di piazza Dalla Chiesa: le strutture poste a delimitare l'erigenda pista ciclabile, che hanno suscitato non poche critiche nel quartiere di corso Alba. 

Sindaco e assessori hanno incontrato i cittadini marted ìsera per discutere degli "archi" e degli altri progetti in corso di realizzazione in quartiere.

Al termine dell'incontro si è raggiunta un'intesa sulla modifica del progetto che sarà ritoccato, togliendo i cinque o sei "archi" che ingombrano la parte del piazzale prospiciente la palestra, tradizionalmente utilizzato per le feste del quartiere, quali, ad esempio, lo storico "falò" della befana.

Il resto della struttura verrà invece completato secondo il progetto, con posizionamento di fioriere e piante rampicanti destinate a trasformare gli "archi" in un pergolato.

Nel corso della serata è stato anche spiegato che il progetto comprende la ristrutturazione delle pedane sportive polivalenti interne al parco e il campo di calcio, che sarà effettuata entro l'estate. Sarà anche fatta un'adeguata manutenzione al sottopasso pedonale che collega il quartiere a piazza Amendola.

Si è già realizzato il rifacimento dell'illuminazione pubblica con lampioni a led a basso consumo.

Particolare attenzione è stata dedicata al progetto della pista ciclabile che comporta la riduzione della carreggiata e quindi la trasformazione a senso unico del tratta di Strada Santo Spirito che collega il corso Alba al quartiere.
Non è in proposito stata raggiunta una opinione unanime su quale sia il senso di marcia preferibile e si è quindi deciso un ulteriore approfondimento.

Tecnici e rappresentanti del quartiere lavoreranno quindi nei prossimi giorni per definire la soluzione ottimale anche rispetto ad altri dettagli delle opere Pisu: il posizionamento dei pali dell'illuminazione ancora a posizionare e la collocazione dell'area ecologica, etc.

Durante la serata sono state anche segnalate dai cittadini altre problematiche del quartiere inerenti la manutenzione dei marciapiedi e del centro civico, l'illuminazione pubblica e cosìvia.

L'assessore ai lavori pubblici Bianchino ha anche annunciato l'apertura del prolungamento di strada Valledolmo, da tempo completata ma non ancora aperta al pubblico per complicazioni burocratiche.