Lunedì, 29 Dicembre 2014 08:33

Una balena sospinta da un’onda di conchiglie, nel profondo delle sabbie astiane: è la tela vincitrice di “Pennellate in libertà”

Una balena sospinta da un’onda di conchiglie, nel profondo delle sabbie astiane: è la tela vincitrice di “Pennellate in libertà”, progetto ideato nell’ambito di Verdeterra per la 5F del Liceo Artistico Benedetto Alfieri.

Autore del lavoro è Fabio Celestre, chiamato con i suoi compagni a reinterpretare le collezioni del Museo Paleontologico dopo averlo visitato e studiato con la professoressa Carla Balbo.

La tela, senza titolo, dello studente è stata la più votata dagli astigiani: oltre 250 coloro che hanno espresso la preferenza per una delle dodici tele in mostra al museo.

Il vincitore è stato premiato nei giorni scorsi da Aree Protette Astigiane (presente il commissario straordinario Felice Musto) e Associazione culturale Comunica, ideatrici del progetto: per lui un buono acquisto di materiali pittorici.

Al secondo posto gli astigiani hanno voluto la tela di Giorgia Sanlorenzo, al terzo quella di Tecla Casamento. Apprezzati anche i lavori degli altri studenti della 5F che durante la premiazione hanno raccontato le sollecitazioni provate dinanzi ai grandi cetacei fossili vissuti milioni di anni fa nelle acque del Mare Padano: Valentina Alampi, Leonardo Alliata, Serena Amerio, Ludovica Carosso, Gianluigi Gallucci, Gianluca Porzio, Samuele Salvadore, Valentinas Skliar, Eloise Stabile.