Mercoledì, 24 Dicembre 2014 12:45

La Lega Nord di Asti aderisce alla petizione contro il piano di riorganizzazione sanitaria varato dalla giunta regionale

Sabato sera durante un’affollata cena provinciale che si è tenuta a San Damiano d’Asti con la presenza del segretario nazionale Roberto Cota, del Vicesegretario nazionale Riccardo Molinari, dell’On. Roberto Simonetti, sindaci ed amministratori locali, il Segretario Provinciale Andrea Giaccone ha lanciato l’adesione del movimento alle raccolte firme contro il piano di riorganizzazione sanitaria.

Giaccone dichiara: “Si tratta di un piano fortemente penalizzante per la realtà astigiana: se attuato in questo modo porterà alla chiusura di interi reparti di un ospedale nuovo per andare ad accorpare funzioni su un ospedale vetusto (Alessandria). Come al solito la politica dei tagli mira a risparmiare (sulla carta) soldi pubblici con l’unico risultato di colpire le tasche dei cittadini che avranno maggiori costi di spostamento, per non parlare dei disagi”.

Per questo motivo la Lega Nord raccoglierà nelle piazze e nelle sedi le firme contro il piano di riorganizzazione.

“Riforme come questa, calate dall’alto e presentate senza un confronto con Sindaci, territorio ed operatori del settore possono solo essere dannose per il territorio e fallimentari dal punto di vista economico”.