Lunedì, 22 Dicembre 2014 15:32

Tanto astigiano nelle decisioni della Giunta Regionale del 22 dicembre: in arrivo finanziamenti per Langa Astigiana e MU.D.A.

Torino-Lione, programmi territoriali integrati, fondi europei e stazioni sciistiche sono stati i principali argomenti affrontati oggi pomeriggio dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Torino-Lione. Ripartita, su proposta dell’assessore Francesco Balocco, la quota di 6.100.000 euro attribuita dal Cipe alla Regione Piemonte per finanziare le opere compensative dell’impatto territoriale e sociale della Torino-Lione: 4.030.000 vengono affidati ad Scr Piemonte per quattro interventi a Chiomonte (dorsale per la fornitura di metano, nuova cabina prefabbricata di ricezione rete, paravalanghe, dighe e argine deviatore in località Verger), 2.070.000 euro alla Provincia di Torino per opere da realizzare a Susa (nuovo ponte sul torrente Cenischia, percorso pedonale lungo la sp209, migliore accesso al Ponte degli Alpini, adeguamento dell’intersezione di corso Couvert con la ss25, rotatoria in corrispondenza della provinciale per Meana, adeguamenti idraulici sui rii Scaglione e Roda, manutenzione straordinaria e miglioramento energetico dell’Itis). La delibera del Cipe, che stanziava complessivamente 10 milioni, aveva assegnato gli altri 3.900.000 euro al Comune di Susa.   

Programmi territoriali integrati. Come proposto dal vicepresidente Aldo Reschigna, sono stati approvati gli accordi di programmi relativi ai seguenti programmi territoriali integrati inseriti nel Fondo di sviluppo e coesione 2007-2013:

- “Distretto delle Valli olimpiche, del Pinerolese e della Valsangone”, che riguarda Regione, Comuni di Pinerolo, Bobbio Pellice, Torre Pellice, Coazze, Giaveno, Reano, Sangano, Trana, Valgioie, Bricherasio, Villar Pellice, Bardonecchia, Oulx, Sauze d’Oulx e Comunità montana del Pinerolese, e stabilisce un finanziamento regionale di 2.302.000 euro;

- “Valsesia, risorse di qualità in concerto”, che riguarda Regione, Comuni di Varallo, Carcoforo, Breia e Comunità montana Valsesia, e stabilisce un finanziamento regionale di 1.424.000 euro;

- “Terra di mezzo”, che riguarda Regione e Comuni di Vercelli, Romagnano Sesia, Borgo d’Ale, Buronzo, Verrone e Candelo, e stabilisce un finanziamento regionale di 1.919.000 euro;

- “Alba, Bra, Langhe, Roero”, che riguarda Regione, Comuni di Alba, Bra, Govone, Roddi, Saliceto, Castelletto Uzzone, Mango, Prunetto, Barbaresco, Castino, Montà, Barolo e Mombarcaro, e stabilisce un finanziamento regionale di 1.919.000 euro;

- “Vitalità in Langa astigiana”, che riguarda Regione, Comuni di Bubbio, Cassinasco, Castel Boglione, Castel Rocchero, Cessole, Loazzolo, Mombaldone, Monastero Bormida, Montabone, Olmo Gentile, Roccaverano, Rocchetta Palafea, San Giorgio Scarampi, Serole, Sessame e Vesime, e stabilisce un finanziamento regionale di 1.424.000 euro;

- “MU.seo D.iffuso A.stigiano”, che riguarda Regione, Comuni di Moasca, San Marzano, Calosso, Canelli, Comunità delle Colline tra Langa e Monferrato, Comunità collinare Vigne e Vini, e stabilisce un finanziamenro regionale di 2.302.000 euro;

- “Le Energie, le Acque, la Natura”, che riguarda Regione, Comuni di Castelletto d’Orba, Gavi, Ovada, Acqui Terme, Rocca Grimalda, Silvano d’Orba, Alice Bel Colle, Cassine, Morsasco, Ricaldone, Trisobbio, Ponzone, Carrosio, Mornese, Voltaggio, Tagliolo, Comunità montana Terre del Giarolo e Comunità montana Appennino Aleramico Obertengo, e stabilisce un finanziamento regionale di 1.919.000 euro.

Fondi europei. Via libera, su proposta del presidente Sergio Chiamparino, alla versione definitiva del piano di rafforzamento amministrativo per la gestione dei Fondi strutturali europei 2014-2020, che ha lo scopo di garantire l’uso efficace ed efficiente delle risorse assegnate.

Alluvioni. E’ stato preso atto, come proposto dagli assessori Francesco Balocco ed Alberto Valmaggia, delle mappe di pericolosità e del piano di gestione del rischio di alluvioni, messo a punto da Regione, Agenzia interregionale del fiume Po ed Arpa. Inoltre, si è preso atto delle 8 aree a rischio significativo di livello distrettuale (Po da Torino al mare, città di Torino, Toce da Masera al Lago Maggiore, Terdoppio a Novara, Dora Baltea a Ivrea e Saluggia, Tanaro ad Alessandria, Belbo da Santo Stefano ad Incisa Scapaccino) e sono state individuate 19 aree a rischio significativo a livello regionale (Bendola-Ciriè-Volpiano, Ceronda-Druento-Venaria, Chisola-Airasca-Vinovo, Chisone-Lemina-Perosa-Pinerolo, DoraRiparia-Susa-Avigliana, Elvo-Viona-Mongrando, Lago Maggiore-Ticino-Verbania-Arona, Maira-Busca-Racconigi-Savigliano, Nodo Banna di Santena e affluenti, assetto Orco-Malone e secondari, Pellice-Angrogna-Torre Pllice-Luserna San Giovanni, Po-Villafranca-Lombriasco, Sangone-Trana-Rivalta, Sesia-Varallo-Romagnano, Sesia-Oldenico-Vercelli-Pezzana, Strona-Valle Mosso-Cossato, Tanaro-affluenti-Asti-Alba, Terdoppio-Sozzago-Cerano, Varaita-Lagnasco-Moretta) che interessano 188.000 abitanti. Gli atti del piano verranno depositati presso l’Aipo e fino al 22 dicembre 2015 cittadini, portatori di interesse ed amministrazioni locali potranno presentare suggerimenti di miglioramento.  

Stazioni sciistiche. Il programma annuale Grandi Stazioni 2014, presentato dall’assessore Antonella Parigi, prevede l’emanazione di un bando che stanzia 3.087.000 euro per finanziare le spese per l’innevamento programmato e per la sicurezza delle piste sostenute dalle maggiori stazioni sciistiche piemontesi durante la stagione 2013-14. Un’altra delibera, dopo l’aumento delle risorse stanziate con l’assestamento al bilancio 2014, assegna ulteriori 2.200.000 euro per finanziare le domande presentate da piccole e grandi stazioni per la stagione 2012-13. 

La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta dell’assessore Francesco Balocco, l’istituzione di un gruppo di lavoro interdirezionale che dovrà predisporre un progetto di rete ciclabile di interesse regionale che metta a sistema le iniziative di mobilità ciclistica finora presentate da vari enti ed associazioni;

- su proposta dell’assessore Augusto Ferrari, che per il riconoscimento della morosità incolpevole per il 2014 ogni nucleo assegnatario di alloggio di edilizia sociale debba corrispondere all’ente gestore una somma corrispondente ad almeno il 14% del reddito dell’anno precedente, e comunque non inferiore a 480 euro;  

- su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, la proroga al 31 maggio 2015 della conclusione delle iniziative promozionali dei prodotti agroalimentari finanziate con il Piano di sviluppo rurale 2007-2013;

- su proposta dell’assessore Antonella Parigi, le modifiche allo statuto della Fondazione Teatro Piemonte Europa necessarie per presentare domanda di finanziamento al Ministero dei Beni e attività culturali in qualità di teatro di rilevante interesse culturale;

- su proposta dell’assessore Giovanna Pentenero, lo schema di protocollo d’intesa tra Regione, Ufficio scolastico regionale e organizzazioni sindacali per effettuare nell’anno scolastico 2014-15 azioni di sistema a sostegno delle fasce deboli e dell’integrazione degli alunni stranieri;

- su proposta dell’assessore Antonio Saitta, l’autorizzazione alle Asl TO1, TO2, TO3, TO4 e TO5 per la realizzazione delle attività di continuità assistenziale a valenza sanitaria attivando un primo contingente di posti extraospedalieri, nonché l’attribuzione alle aziende sanitarie ed ospedaliere delle risorse di parte corrente per il 2014;

- su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, la proroga di sei mesi degli incarichi commissariali delle Comunità montane, in scadenza il 31 dicembre 2014, e la possibilità di un’unica ulteriore proroga al 31.12.2015.