Stampa questa pagina
Sabato, 20 Dicembre 2014 18:24

La guida di BANCOMAT® per i regali di Natale in tutta sicurezza

Dicembre tempo di acquisti e di regali, a confermarlo il Consorzio BANCOMAT® il quale dichiara che l’ultimo mese dell’anno, complici evidentemente le feste natalizie, si riconferma ancora una volta il mese in cui si effettuano più pagamenti tramite POS, con una crescita del 2% rispetto alla media annuale.
A mostrarlo in maniera chiara ed immediata un’infografica promossa dal Consorzio che gestisce i marchi BANCOMAT®e PagoBANCOMAT®, secondo il quale “risulta molto più comodo e conveniente effettuare pagamenti con la carta piuttosto che in contanti”. Utilizzare la carta per i pagamenti evita infatti una serie di inconvenienti e di rischi.
 
Si può ricevere un resto sbagliato, complice anche la confusione ed il sovraffollamento dei negozi, o addirittura denaro contraffatto, non semplice facile da riconoscere. Inoltre, avere con sé denaro contante presenta il rischio di perderlo o che venga rubato.

Smarrire il portafoglio vuol dire praticamente non avere alcuna possibilità di recuperare i contanti contenuti al suo interno” dichiara lo staff del Consorzio. “Al contrario, nel caso in cui si dovesse perdere la carta di pagamento sarà sufficiente una telefonata per bloccarla e scongiurare così il rischio di un uso fraudolento della stessa”.
 
In relazione all’invito al maggior uso della carta, l’infografica presenta, oltre ai dati relativi alle transazioni, anche un elenco dettagliato di consigli per effettuare gli acquisti in tutta sicurezza.
 
Tra i numerosi suggerimenti,viene ricordato ai consumatori di non conservare mai il PIN insieme alla carta o sul cellulare e di digitare il PIN solo dopo aver controllato l’importo del pagamento. Viene ricordato di portare sempre con sé il numero verde per il blocco della carta 800.822056 oppure quello comunicato dalla propria banca al momento dell’attivazione del conto.

Di seguito, potrete consultare con attenzione l'infografica, con tutte le sue preziose informazioni.