Giovedì, 04 Dicembre 2014 06:45

Domani in UniAstiss la presentazione della lettera Pastorale del Vescovo di Asti

Domani, venerdì 5 dicembre, dalle ore 15, nell'aula magna del Polo Universitario Uni-Astiss S. E. Mons. Francesco Ravinale vescovo di Asti presenterà ai docenti, agli studenti e al personale universitario la sua quindicesima Lettera Pastorale dal titolo “V i n o n u o v o i n o t r i n u o v i ”.

La lettera, in quaranta pagine esatte, dopo avere ricordato i prossimi appuntamenti della Chiesa in Italia, si sofferma sugli insegnamenti di papa Francesco, cuore dell’Esortazione Apostolica “Evangeli Gaudium” (la gioia del Vangelo), che invita alla conversione e all’impegno missionario. "La comunità cristiana è invitata fortemente a testimoniare con la vita di ogni giorno e a condividere con tutti il messaggio di letizia e di speranza, perché ha ricevuto in dono il vino migliore, cioè l ’ amore e la Parola di Dio ". Nell’ultima sezione della lettera il vescovo rivolge uno sguardo molto concreto all’organizzazione della Chiesa locale nel nuovo contesto sociale, "dove si richiedono comunità nuove più ampie e articolate, quindi più missionarie, tenuto conto pure della conformazione collinare del nostro territorio e del ridotto numero di vocazioni sacerdotali e religiose oggi presenti". "L’invito è di aprirsi alle nuove forme di comunicazione, alle reti digitali che superano le barriere temporali e spaziali, creano l’opportunità di costituire nuove comunità animate dal “vino nuovo” anche a livello diocesano".

Alla presentazione della lettera pastorale seguirà un breve intervento di don Mauro Canta, responsabile del “ Laboratorio dei Talenti”, progetto di coinvolgimento degli Oratori cittadini – edizione 2014-2015, che illustrerà l’attualizzazione degli orientamenti pastorali indicati nella lettera dal Vescovo.

Seguirà ancora la presentazione della sesta edizione del bando per l’assegnazione di sei borse di studio, promossa dal Progetto Culturale della Diocesi di Asti in collaborazione con il Consorzio Asti Studi Superiori. Gli ambiti del bando sono "ambiente e cultura", "economia e territorio","servizi alla persona". L'edizione delle borse di studio sono intitolate quest'anno alla figura di Giuseppe Ratti, ingegnere e naturalista astigiano per la sensibilità vissuta nella custodia del creato.

L’invito è rivolto a tutti e, in particolare agli studenti di Asti Studi Superiori, agli iscritti ad altri atenei, a studenti degli ultimi anni delle scuole medie superiori, ai giovani professionisti iscritti ad “albo giovani” degli ordini professionali. L'iniziativa con Acli, Aimc, Amci, Azione Cattolica, Bioetica & Persona, Centro Italiano Femminile, Convegni Culturali Maria Cristina, Progetto Culturale, Ucid, Uciim, Ufficio Comunicazioni Sociali, Ufficio Pastorale della Salute, Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro, Ufficio Scuola.