Martedì, 25 Novembre 2014 10:27

Le decisioni della Giunta Regionale del 24 Novembre

Semplificazione amministrativa, individuazione di otto direttori regionali, risorse per lo sgombero della neve, sviluppo del sistema montano sono stati i principali argomenti trattati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Semplificazione amministrativa. Un disegno di legge presentato dall’assessore Aldo Reschigna, e che passa ora all’esame del Consiglio regionale, comprende una serie di interventi volti a semplificare e snellire procedure, procedimenti ed attività di competenza regionale.

“E’ l’ultimo atto - ha sostenuto Chiamparino illustrando il provvedimento ai giornalisti - della manovra finanziaria della Regione e costituisce una risposta alle richieste avanzate dalle organizzazione imprenditoriali e di categoria che, durante le visite nelle province piemontesi effettuate nelle scorse settimane, avevano manifestato l’esigenza di rendere più semplici i rapporto dei cittadini e delle imprese con la pubblica amministrazione. Si tratta di un processo che può diventare uno dei temi strategici della legislatura”.

Il disegno di legge - ha specificato Reschigna - contiene misure come la dematerializzazione degli atti delle Conferenze dei servizi, l’autorizzazione unica ambientale per le imprese, il rinnovo delle concessioni idroelettriche con prelazione per chi investe per il fabbisogno energetico della propria azienda, l’unificazione delle procedure che riguardano il rapporto tra aziende sanitarie e sistema economico, la classificazione delle aziende alberghiere, la concessione ai bed&breakfast di non osservare l’obbligo di chiusura nel 2015 in occasione dell’Expo, semplificazioni per la somministrazione di alimenti e bevande e per i negozi di vicinato.
E’ un lavoro aperto che potrà essere ancora arricchito dalla Giunta e dal dibattito in Consiglio
”.  

Direttori regionali. Sono stati scelti i candidati cui affidare la responsabilità delle direzioni regionali messe a bando nell’ottobre scorso: Gianfranco Bordone per la direzione Coesione sociale; Luigi Robino per la direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e logistica; Gaudenzio De Paoli per la Direzione Agricoltura; Stefano Rigatelli per la Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio; Paola Casagrande per la direzione Cultura, Turismo, Sport; Giuliana Fenu per la direzione Competitività del sistema regionale; Giovanni Lepri per la direzione Risorse finanziarie e Patrimonio; Laura Bertino per la direzione Affari istituzionali ed Avvocatura. “Abbiamo scelto - hanno rilevato il presidente Chiamparino e l’assessore Ferraris - di privilegiare le risorse interne della Regione, in quanto solo un direttore, Bordone, proviene da un altro ente”.

Sgombero neve. La quota di 5.254.351 euro assegnata al Piemonte dal Fondo nazionale per la valorizzazione e la promozione delle realtà socioeconomiche delle zone appartenenti alle Regioni di confine è stata assegnata, su proposta dall’assessore Aldo Reschigna, alle Province per lo sgombero della neve dalla strade. La ripartizione ha assegnato 784.277,51 euro ad Alessandria, 597.889,69 euro ad Asti, 538.562,98 a Biella, 672.422,78 a Cuneo, 682.569,20 a Novara, 880.023,19 a Torino, 412.239,52 al VCO, 686.355,13 a Vercelli.

Sviluppo del sistema montano. I criteri per l’erogazione di contributi agli interventi per lo sviluppo sostenibile del sistema montano, proposti dagli assessori Giovanni Maria Ferraris ed Antonella Parigi nell’ambito del Fondo di sviluppo e coesione 2007-13, dispongono uno stanziamento di 1.737.250 euro cosi suddiviso: 868.750 per la realizzazione in bacini di utenza ad elevata domanda o particolarmente vocati per lo sviluppo di pratiche turistico-sportive di nuova impiantistica sportiva con particolare riferimento alle discipline praticabili all’aria aperta e alla pluriattività: 868.750 per il recupero del patrimonio infrastrutturale esistente e in disuso.    

 La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta del presidente Sergio Chiamparino e dell’assessore Giovanni Maria Ferraris, il Codice di comportamento dei dipendenti della Regione Piemonte, che definisce comportamenti responsabili fondati sui principi di diligenza, lealtà, imparzialità, consapevolezza e responsabilità individuale ed è finalizzato alla prevenzione e repressione degli illeciti;
- su proposta dell’assessore Aldo Reschigna, l’autorizzazione ad intervenire nel giudizio avanti alla Corte costituzionale per la declaratoria di incostituzionalità sollevata dalla Sezione regionale di Controllo per il Piemonte della Corte dei Conti riguardante i capitoli del bilancio di assestamento e delle ulteriori disposizioni finanziarie per il 2013 della Regione che comportano anticipazioni di liquidità per il pagamento dei fornitori secondo le norme inserite nel decreto legge n.35/2013;
- su proposta dell’assessore Francesco Balocco, lo schema di protocollo d’intesa tra le Regioni Piemonte, Lombardia e Liguria per la costituzione di una cabina di regia per il coordinamento strategico e la promozione del sistema logistico del Nord-ovest;
- su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis, l’individuazione di lunedì 5 gennaio e sabato 4 luglio come date di inizio dei saldi di fine stagione per il 2015;
- su proposta degli assessori Augusto Ferrari e Monica Cerutti, una deroga temporanea che consentirà alle strutture residenziali socio-assistenziali per minori di accogliere ragazzi non accompagnati soccorsi nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum fino al 25% della capienza autorizzata;
- su proposta dell’assessore Augusto Ferrari, l’autorizzazione all’Agenzia territoriale per la casa di Biella ad utilizzare 45.000 euro per la manutenzione straordinaria di Palazzo Rota a Benna; 
- su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, lo schema della Fondazione per la ricerca e l’innovazione in agricoltura, nonché le procedure per il nuovo sistema obbligatorio per il rilascio ed il rinnovo dei certificati di abilitazione all’acquisto e alla vendita di prodotti fitosanitari;
- su proposta degli assessori Giorgio Ferrero ed Alberto Valmaggia, dal decorrenza dal 1° dicembre 2014 al 28 febbraio 2015 del divieto invernale di spandimento dei liquami zootecnici nella zone vulnerali da nitrati di origine agricola;
- su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, lo schema di convenzione tra Regione e Gruppo Ferrovie dello Stato per la collaborazione in attività di Protezione civile.