Venerdì, 21 Novembre 2014 14:39

Monitor Viaggiatori: 1400 segnalazioni di disservizi sui treni in un mese

Ad un mese dal lancio del Monitor Viaggiatori, lo strumento voluto dall’assessorato ai Trasporti per consentire ai pendolari di denunciare ritardi e disservizi sui treni della rete ferroviaria regionale, sono pervenute oltre 1400 segnalazioni.
Dall’analisi dei dati emerge con evidenza come la maggior parte dei problemi indicati dagli utenti riguardi i ritardi (il 77% delle segnalazioni). Di questi il 7% sono ritardi fino a 5 minuti, il 20% da 5 a 10 minuti, il 34% da 10 a 20 minuti, il 18% da 20 a 30 minuti e il 21% oltre i 30 minuti, 165 sono state le soppressioni indicate dai viaggiatori che si sono registrati.

Gli altri disservizi riguardano soprattutto il sovraffollamento delle vetture e la carenza di informazioni in stazione e a bordo treno.
Criticità sono registrate in particolare sulla linea Pinerolo-Torino-Chivasso - SFM2, sulla Torino Milano, sulla Torino-Cuneo-Ventimigliae sulla Torino-Savona.

Con ben 98 ricorrenze, il treno 4534 - Pinerolo delle 07:50si aggiudica il poco invidiabile primato di treno con il maggior numero di malfunzionamenti registrati, seguito dal  4504 - Pinerolo delle 07:21e dal 10222 - Cuneo delle 06.54.
 
L’analisi completa sarà pubblicata sul sito www.regione.piemonte.it/trasporti/viaggiaPiemonte.
 
I dati sono sostanzialmente in linea con quelli ufficiali che sulla rete SFM hanno fatto registrare un indice di puntualità del 91% (in linea con gli obiettivi fissati), mentre sulla rete SFR l’indice di puntualità si ferma all’82,1% (ben al disotto degli obiettivi previsti).

C’è da sottolineare come in alcuni casi ritardi e disservizi non sono imputabili a Trenitalia. In questo periodo il maltempo ha sicuramente casato disagi soprattutto sulle linee che attraversano l’alessandrino. Ritardi sono inoltre stati dovuti a tallonamenti dei passaggi a livello (attraversamenti con le sbarre che si stanno abbassando) da parte di automobilisti irresponsabili e ad atti di vandalismo.
 
Per l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco“Il quadro che emerge conferma che moltissimo resta da fare per rendere più efficiente il servizio, anche se alcuni paramentri qualche passo avanti è stato fatto, anche grazie all’introduzione di nuovo materiale rotabile come i Jazz e i Vivalto di ultima generazione”.