Lunedì, 17 Novembre 2014 13:11

Aggiornamento viabilità delle strade provinciali

Il Servizio Viabilità della Provincia di Asti informa sulla situazione della rete stradale dell'Astigiano, confermando la riapertura della strada provinciale n.41 al km 1+450 a Canelli (regione S. Antonio).

Nessun'altra strada è stata chiusa, grazie anche al lavoro degli operatori provinciali, che sabato e domenica appena trascorsi sono intervenuti su diversi tratti dove si erano verificati parziali danneggiamenti alle carreggiate, comunque risolti. Non si segnalano al momento modifiche alla viabilità.

Precisano i tecnici provinciali, coordinati dal dirigente Paolo Biletta: “Le abbondanti ed intense precipitazioni che hanno interessato l'intero territorio della provincia (in particolar modo a sud del Tanaro) nella giornata di sabato 15 novembre hanno causato numerosi disagi alla circolazione stradale, soprattutto a causa di allagamenti di alcuni tratti di strade provinciali. In particolare, si sono verificati allagamenti lungo la n.28 a Bruno, la 592 a Calamandrana, la 5 a Mombercelli e la 60 a Maranzana. Sono state chiuse per allagamento nel primo pomeriggio di sabato e poi riaperte già la sera stessa la S.P. 105 a Calamandrana, la 106 a Incisa Scapaccino, la 45d a Castelletto Molina”.

“Si sono inoltre verificati – aggiungono i tecnici - frane e smottamenti lungo le seguenti strade che per il momento non stanno però creando grossi disagi alla viabilità: la 42 a Loazzolo, la 39 a Montegrosso d'Asti, la 45 a Montabone, la 14 a Castagnole Monferrato, la 62 ad Agliano Terme. Sono intervenuti gli operatori del Servizio Viabilità della Provincia per monitorare la situazione delle strade, posizionare la segnaletica verticale di chiusura strada o di pericolo di strada allagata e  per effettuare i primi interventi di messa in sicurezza nei limiti delle possibilità e nei tempi brevi a disposizione”.

Fuori dalla provincia occorre segnalare una frana a Cossano Belbo. Nonostante l’intervento del personale tecnico del Comune e dei volontari della Protezione civile per impermeabilizzare l’area con grandi teli di nylon, le abbondanti piogge della scorsa settimana hanno causato un’imponente frana che ha interdetto la circolazione sulla strada comunale di “Marchesini–Cascina”, isolando cinque abitazioni. «L’area è stata transennata e la strada chiusa con un’Ordinanza», dice il sindaco, Mauro Noè, che ha immediatamente informato gli Uffici tecnici della Regione Piemonte e la Protezione civile provinciale. La strada era stata riaperta da poche settimane, dopo la sistemazione di un altro tratto danneggiato dagli eventi calamitosi del 2011. Per le famiglie isolate sono stati predisposti passaggi pedonali provvisori.«Un’altra pesante tegola che cade sul nostro paese – conclude il primo cittadino – proprio nel mentre ci apprestiamo a concludere i lavori di sistemazione dei danni causati dalla “bomba d’acqua” dell’agosto 2013».