Giovedì, 13 Novembre 2014 17:25

Don Bosco a Montecitorio a 200 anni dalla sua nascita​

“Italiani alla fine del mondo: missionari salesiani pionieri in Patagonia e Terra del Fuoco“: è il tema della conferenza internazionale che avrà luogo il 18 novembre 2014, ore 15 nella sala Aldo Moro del Parlamento (Montecitorio, Roma).
 La manifestazione pubblica s’inserisce fra gli eventi del bicentenario della nascita di don Bosco, ufficialmente riconosciuto dal Comitato storico-scientifico per gli anniversari di interesse nazionale.

Dopo il saluto della Presidenza della Camera di deputati, prenderanno la parola i proff. María Andrea Nicoletti, Nicola Bottiglieri e Gabriella Dionisi che illustreranno l’unica ed irripetibile esperienza di Italiani fra i nativi dell’America: quella dei missionari salesiani mandati nel 1880 da don Bosco fra gli indios della Patagonia, come si rileva dal VI volume dell’epistolario del santo che verrà presentato dal coordinatore dell’evento, prof. don Francesco Motto. A conclusione il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Ángel Fernández Artime riferirà sul sensazionale viaggio dell'urna di don Bosco (in aereo, nave, treno, tram, auto) in Argentina e in 1.000 città di 100 paesi di 4 continenti. Un fatto storico unico per un personaggio nato in Italia. 

Nel corso della conferenza, cui presenzieranno, fra gli invitati, gli ambasciatori di Argentina e Cile, il card. Raffaele Farina, bibliotecario emerito della Biblioteca Apostolica Vaticana, onorevoli deputati, professori provenienti da vari, verrà omaggiato il lungometraggio in DVD “A sud del sud” di Salvatore Metastasio in uscita presso la LDC in questi giorni.