Lunedì, 10 Novembre 2014 17:01

Regione Piemonte: gli argomenti trattati oggi dalla Giunta. Proposto aumento del bollo per auto con oltre 100 cavalli fiscali

Riqualificazione della spesa, disposizioni finanziarie urgenti, lavoro per i disabili, contributi per i libri di testo sono i principali argomenti trattati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Riqualificazione della spesa. Un disegno di legge proposto dal vicepresidente Aldo Reschigna e che passa ora all’esame del Consiglio regionale, racchiude diverse misure per la riqualificazione e il contenimento della spesa della Regione:

- entro il 2015 la gestione della cassa delle aziende sanitarie piemontesi, tranne gli stipendi del personale, sarà affidata a Finpiemonte, in modo da avere un costante ed aggiornato monitoraggio dell’andamento della spesa;

- per gli anni 2015 e 2016 la Regione, le aziende sanitarie per quanto riguarda i ruoli amministrativi, le agenzie regionali, gli enti strumentali ed ausiliari possono dichiarare eccedenze di personale da collocare a riposo secondo le normative cosiddette “pre riforma Fornero”;

- entro il 2015 si provvederà all’integrazione di Finpiemonte e Finpiemonte Partecipazioni, con l’obiettivo di razionalizzare le società partecipate, che in alcuni casi saranno accorpate, in altri collocate sul mercato, in altri ancora chiuse;

- l’Agenzia per mobilità metropolitana diventerà Agenzia della mobilità piemontese e sarà il soggetto che si occuperà dell’espletamento delle gare per il trasporto ferroviario e, d’intesa con le Province, delle gare per il trasporto a mezzo autobus secondo una suddivisione in tre aree del territorio;

- le strutture dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale saranno riorganizzate su un un numero massimo di quattro articolazioni territoriali e non più su base provinciale, perseguendo una riduzione della spesa che permetterà comunque all’ente di continuare a svolgere le attuali funzioni;

- abolizione dell’Agenzia per le adozioni internazionali, con passaggio delle sue funzioni direttamente alla Regione, e del Consorzio obbligatorio per lo smaltimento delle carcasse animali.

Disposizioni finanziarie. Un altro disegno di legge presentato dal vicepresidente Aldo Reschigna, che passa anch’esso all’esame del Consiglio regionale per la definitiva approvazione, comprende:

- la variazione dell’addizionale regionale Irpef (resta dell’1,62% per i redditi fino a 15.000 euro, rimane del 2,13% per i redditi da 15.001 a 28.000 euro, passa dal 2,31% al 2,75% per i redditi da 28.001 a 55.000 euro, sale dal 2,32% al 3,32% per i redditi da 55.001 a 75.000 euro, aumenta dal 2,33% al 3,33% per i redditi oltre i 75.000 euro);

- l’aumento del 10% del bollo auto per chi possiede una vettura con oltre 100 cavalli fiscali;

- l’aumento dei canoni idrici corrisposti dai grandi produttori di energia idroelettrica

- l’introduzione del “bollino blu” per gli impianti termici, come già deciso da tutte le altre Regioni italiane. 

Incontrando i giornalisti dopo la seduta di Giunta, il presidente Chiamparino ha puntualizzato che “la rimodulazione dell’addizionale Irpef è stata fissata sulla base di una scelta politica di fondo: non toccare i primi due scaglioni e attenuare l’incremento sul terzo, in modo da non gravare troppo sul ceto medio. Previo accordo con l’Agenzia delle Entrate, vorremmo inserire delle detrazioni basate sul quoziente familiare. Se non si potrà, i circa 6 milioni previsti per questa azione serviranno per ridurre l’incidenza sul terzo scaglione”. Inoltre, ha sostenuto l’importanza che i due disegni di legge vengano approvati entro fine anno ed ha evidenziato il disegno complessivo che unisce la riqualificazione della fiscalità alla diminuzione strutturale delle spesa regionale ed alla riduzione dei costi delle politica. Il vicepresidente Reschigna si è soffermato sul fatto che “con questi provvedimenti e con la richiesta al Governo di ottenere per il 2015 e il 2016 il pagamento dei soli interessi sui mutui, con il posticipo delle quote di capitale, potremo avere le risorse per finanziare le politiche sociali, il diritto allo studio e lo sviluppo economico”.

Lavoro per i disabili. Come proposto dall’assessore Giovanna Pentenero, sono stati assegnati alle Province ulteriori 2.450.000 euro per prorogare fino al giugno 2015 i piani per il collocamento al lavoro delle persone disabili. La somma è così ripartita. 1.800.000 euro a Torino, 400.000 a Cuneo, 100.000 ad Asti, 100.000 a Biella, 50.000 al VCO.

Libri di testo. Definite, su proposta dell’assessore Giovanna Pentenero, le quote dei rimborsi totali o parziali del costo dei libri di testo agli allievi in condizioni economiche più svantaggiate (indice Isee non superiore al 10.632,94 euro): 199 euro per gli alunni della scuola secondaria di I grado; 319 per gli alunni del primo anno della scuola secondaria di II grado; 195 per gli alunni del  secondo anno della scuola secondaria di II grado; 255  per gli alunni degli  altri anni della scuola secondaria di II grado; 45 per gli alunni che svolgono attività di formazione iniziale finalizzata ad assolvere l’obbligo di istruzione.

Atc. In attesa che il Consiglio regionale nomini i consiglieri di amministrazione delle nuove tre Aziende territoriali per la casa, su proposta dell’assessore Augusto Ferrari i presidenti di quelle attuali sono stati nominati commissari reggenti per lo svolgimento dei compiti di rappresentanza legale e istituzionale degli e per l’adozione dei soli atti urgenti ed indifferibili