Lunedì, 03 Novembre 2014 16:19

Linee ferroviarie piemontesi sospese, qualcosa si muove...

Su proposta dell’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco, la Giunta Regionale ha discusso la delibera con la quale si dà l’avvio alle procedure volte all’affidamento dei servizi sulla rete ferroviaria regionale piemontese tramite gara. 
La delibera della giunta sarà formalmente approvata domani mattina.
 
Il sistema ferroviario regionale piemontese, composto da circa 20.000.000 di treni*km, costituisce un aspetto vitale del sistema dei trasporti in Piemonte e riveste un’importanza fondamentale per affrontare problemi territoriali legati al mobilità quali la crescente domanda di traffico, la congestione, la sicurezza e la sostenibilità ambientale.
 
Tre sono i lotti individuati, sulla base di criteri di omogeneità, che saranno oggetto del bando di gara: il Lotto 1 SFM Torino “bacino metropolitano” che contiene l’attuale servizio ferroviario metropolitano con il nodo di Torino, il Lotto 2 SFR Piemonte: “bacino centro – nord” compresa la Torino–Milano e il Lotto 3 SFR Piemonte: “bacino centro – sud” con la Torino–Genova; Torino–Cuneo; Torino–Savona come principali direttrici.
 
Nei lotti sono state inserite anche alcune linee sospese tra il 2012 ed il 2014 (Novara–Varallo, Arona–Santhià, Savigliano–Saluzzo–Cuneo, Alessandria–Ovada, Vercelli–Casale, Pinerolo–Torre Pellice) 
 
SCR per il lotti 2 e 3 e l’Agenzia per la Mobilità Metropolitana e Regionale per il lotto 1 saranno le stazioni appaltanti delle procedure volte all’individuazione dei gestori.
 
Contestualmente all’approvazione della delibera partiranno le informative all’Europa in base al regolamento 1370/07 e trascorso un anno potranno essere indette le gare.
 
“Questa operazione – commenta il Presidente Sergio Chiamparino – va in direzione dell’auspicata revisione dei costi della Regione che prevede una razionalizzazione dei servizi senza comprometterne la qualità. A regime, insieme alle analoghe attività che saranno previste sul TPL gomma, ci consentirà di far vivere il trasporto pubblico esclusivamente grazie agli stanziamenti previsti dal Fondo Nazionale, senza ulteriori esborsi da parte dell’amministrazione regionale.”
 
Per l’Assessore ai Trasporti Francesco Balocco, “L’obiettivo è quello di potenziare il trasporto su ferro come avviene nel resto d’Europa, introducendo elementi di mercato che ci consentiranno di migliorare molti degli aspetti crititici come la qualità del materiale rotabile, la puntualità e la gestione del servizio. Confidiamo inoltre che grazie alle gare sarà possibile ripristinare le tratte oggi sospese con una diversa gestone da parte degli operatori.”