Lunedì, 03 Novembre 2014 15:11

Le decisioni della Giunta Regionale del 3 Novembre 2014

Gare ferroviarie, programmazione economico-finanziaria e Fondazione per  l’agricoltura sono i principali argomenti trattati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.
Gare ferroviarie.
Su proposta dell’assessore Francesco Balocco è stata esaminata la delibera con la quale si stabilisce l’avvio delle procedure per l’affidamento tramite gara dei servizi sulla rete ferroviaria piemontese. Tre i lotti individuati sulla base di criteri di omogeneità: Bacino metropolitano, che contiene l’attuale Servizio ferroviario metropolitano con il nodo di Torino e il cui corrispettivo per il primo annuo contrattuale ha un valore compreso tra i 55 ed i 65 milioni di euro; Bacino centro-nord, che comprende anche la Torino-Milano con un corrispettivo di riferimento tra 40 e 50 milioni; Bacino centro-sud, con le linee Torino-Genova, Torino-Cuneo e Torino-Savona come principali direttrici ed un corrispettivo di riferimento tra 60 e 70 milioni (tutte le cifre sono al netto dell’Iva). L’approvazione della delibera è prevista nel corso di una breve riunione di Giunta che si terrà domani a Palazzo Lascaris.

Garanzia Giovani. 
La Direttiva pluriennale per l’attuazione della Garanzia Giovani, proposta dall’assessore Giovanna Pentenero, comprende gli indirizzi per la formulazione dei bandi per il periodo 2014-2018 e stanzia 51.700.000 euro per l’erogazione dei servizi di orientamento di primo livello, di orientamento specialistico, di accompagnamento al lavoro, di tirocinio extracurricolare a coloro che si iscrivono all’iniziativa.

Dpefr.
Via libera, su proposta del vicepresidente Aldo Reschigna, al Documento di programmazione economica-finanziaria 2015-2017, quadro di riferimento per la predisposizione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione. Il provvedimento, che passa ora all’esame del Consiglio regionale, delinea un’analisi dello scenario economico e le prospettive di medio periodo delineate dai principali istituti di ricerca, definisce il quadro delle risorse disponibili, analizza le tematiche connesse alla nuova programmazione dei fondi strutturali europei, recepisce le indicazioni del piano di riequilibrio finanziario.

Fondazione per l’agricoltura.
Su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero è stato approvato lo statuto della Fondazione per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura piemontese. Il nuovo organismo, che sostituirà le società Tenuta Cannona e Creso, messe in liquidazione dalla legge finanziaria regionale 2013, intende riservare particolare riguardo alla qualità delle produzioni ed alla sostenibilità delle tecniche e delle tecnologie applicabili nel settore agroalimentare, in modo da favorire la crescita economica, sociale e culturale degli addetti alla filiera, le interconnessioni con l’ambiente, la tutela e la valorizzazione del territorio.

Anticipi agli agricoltori.
L’Agenzia regionale piemontese per le erogazioni in agricoltura (Arpea) potrà utilizzare, come proposto dall’assessore Giorgio Ferrero, 59.500.000 euro per erogare agli agricoltori anticipi fino al 50% dei pagamenti diretti relativi alle domande presentate nel 2014.

La Giunta ha inoltre approvato:
- su proposta dell’assessore Francesco Balocco, l’adesione della Regione Piemonte al gruppo europeo di cooperazione territoriale per lo sviluppo del corridoio ferroviario Reno-Alpi, nonché il rinnovo per altre tre anni dell’accordo che Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Confindustria Piemonte e Politecnico di Torino avevano firmato nel 2011 per la pianificazione delle infrastrutture e dei servizi per il trasporto intermodale delle merci;
- su proposta degli assessori Giuseppina De Santis ed Alberto Valmaggia, il giudizio positivo di compatibilità ambientale sul progetto di rinnovo della miniera Bocciole, sita nei territori di Boca e Maggiora (No), per l’estrazione di terre con grado di refrattarietà superiore a 1630° C, argille per porcellane e terraglia forte, che costituiscono materia prima indispensabile in diversi campi industriali;
- su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, la delimitazione delle zone danneggiate ed il riconoscimento dell’eccezionalità delle piogge persistenti che hanno colpito le province di Alessandria, Cuneo e Torino nel mese di luglio ed il 13 agosto 2014;
- su proposta dell’assessore Aldo Reschigna, la proposta al Consiglio regionale per modificare la denominazione del Comune di Castellinaldo in Castellinaldo d’Alba.