Stampa questa pagina
Sabato, 01 Novembre 2014 17:14

Fiera Regionale del Tartufo di San Damiano: le eccellenze in bella mostra sono già un successo

Le eccellenze sandamianesi sono già in bella mostra riscuotendo subito un grande successo e così sarà fino a lunedì 3 novembre: prima con la Fiera Regionale del Tartufo e poi con la Fiera dei Santi, una doppietta d’eccezione che metterà in vetrina il territorio, i profumi e i colori di San Damiano d'Asti.

Il Paese dal Cuore Antico metterà in mostra cultura, tradizioni, eccellenze enogastronomiche e la consueta fiera con oltre trecento bancarelle. Protagonista assoluto sarà Sua Maestà il Tartufo Bianco. Nella terra che ha fama di essere culla del Tuber Magnatum Pico si festeggia la storia e il suo avvenire, tutto per rendere omaggio a questo dono prezioso che tocca il palato degli uomini.

Il programma nel dettaglio:

1-2 Novembre – Fiera Regionale del Tartufo

Sabato 1 Novembre Ore 16.00 Inaugurazione Fiera Regionale del Tartufo in Piazza Alfieri. Stand, tartufai e prodotti tipici regionali. Ore 20.00 Cena di Gala a base di Tartufo (obbligatoria la prenotazione).

Domenica 2 Novembre Ore 9.30 Apertura Fiera Ore 10.30 Tartufi in Fiera Ore 12.00 Premiazioni Ore 12.30 Degustazioni Tartufo “No Stop” Ore 17.00 Chiusura della Fiera.

2-3 Novembre – Fiera dei Santi Selezione delle eccellenze enologiche, mostra del mercato di animali d’ affezione e da cortile, esposizione delle macchine agricole, grandioso luna park e 300 bancarelle per tutto il paese. Riaprirà, in via del tutto eccezionale, per stupirvi ancora, la Mostra Fotografica “Ricordo San Damiano quando...” presso il Palazzo Carlevaris, Galleria “Luigi Ferrero”.

L'Assessore alle Manifestazioni, Luca Quaglia, sottolinea così il lavoro che l'Amministrazione Comunale sta svolgendo in tema di turismo e promozione del territorio: “Grazie alla collaborazione con la neonata Associazione “Terre di Tartufi”, in questa edizione della Fiera Regionale del Tartufo, si punterà ad elevare ancora di più la qualità dell’evento.

La promozione del nostro territorio sarà una priorità assoluta per l’Amministrazione Comunale. L’enogastronomia deve essere il fulcro e il biglietto da visita della nostra economia turistica. Il potenziale delle nostre terre è grande, solo con un lavoro intenso saremo pronti ad accogliere e attirare turisti da tutto il mondo.”