Sabato, 01 Novembre 2014 10:01

Arrestato infermiere ivoriano per furti negli ospedali di Cuneo, Alba e Asti: ha inviato in patria farmaci per 650 mila euro

Foto targatocn.it Foto targatocn.it
Per sette anni ha sottratto farmaci agli ospedali pubblici piemontesi per un valore di 650 mila euro: sono stati i Nas di Alessandria, in collaborazione con i Carabinieri di Alba, a porre fine all'attività di un infermiere 43enne di origine ivoriana.
L'infermiere, duplicando le chiavi di magazzini ed ambulatori degli ospedali di Cuneo, Asti e Alba, dal 2007 è riuscito a sottrarre farmaci e dispositivi medici di tutti i tipi che venivano poi inviati in Costa D'Avorio.
 
L'indagine è iniziata lo scorso giugno, dopo le denunce di furti di farmaci effettuate da alcuni ospedali di Cuneo e provincia. L'ivoriano è poi stato arrestato in flagranza di reato dopo aver sottratto all'ospedale di Asti vari farmaci e dispositivi medici come microbisturi, cateteri, garze e materiali specialmente legati alla chirurgia oculistica.
 
L'attività investigativa successiva dei Nas di Alessandria ha permesso di ricondurre allo stesso infermiere un'altra decina di furti dal 2007 ad oggi tra gli ospedali di Cuneo, Alba e Asti, in cui l'ivoriano aveva svolto attività di tirocinio che gli permetteva di accedere alle chiavi dei vari ambulatori e magazzini senza destare sospetti.
 
Dopo l'arresto, i Carabinieri hanno recuperato parte della refurtiva che è stata restituita agli Ospedali. 

s.c.