Sabato, 01 Novembre 2014 07:52

Dai banchi universitari astigiani allo studio professionale infermieristico: un esempio virtuoso in UniAstiss

La start up "studio professionale infermieristico" inserita fra i dieci progetti dell'incubatore Asti Città Green in pochi mesi è cresciuta aprendo prospettive lavorative interessanti per i laureati in Infermieristica del polo astigiano. 
I due proponenti del progetto, Davide Costantini e Daniele Gobbi hanno avuto recentemente un importante contatto con lo studio professionale Auxillium di Borgo San Lorenzo a Firenze una realtà consolidata, costituita nel 1985, che conta attualmente fra le proprie fila un centinaio di infermieri associati e impegnati nella libera professione per l'erogazione di una serie di servizi alla persona nel capoluogo e nella provincia toscana.

Lo studio Auxiullium, al quale i due laureati astigiani fanno riferimento, con il supporto del coordinatore del corso Mauro Villa e della tutor Wilma Gentile, a breve aprirà in Asti una filiale per erogare una serie di servizi sul modello organizzativo dello studio di Firenze.

La positiva novità per l'università e per il territorio è emersa in occasione dei lavori del convegno "Le prospettive di lavoro dell'infermiere, appunti di viaggio", coordinato dal corso di laurea al quale ha preso parte, quale invitato nella sessione pomeridiana, lo studio Auxiullium diretto da Stefano Chivetti intervenuto ai lavori con il suo staff di giovani professionisti. Chivetti ha illustrato la filosofia e le linee guide di Auxillium "una realtà associativa - ha detto - cresciuta negli anni per importanza ed entità degli appalti affidati, con al centro l'essere umano e i suoi bisogni".

L'interesse e il desiderio dei due progettisti astigiani a fare bene e ad operare sul nostro territorio, sono stati manifestati al mattino durante la sessione di interventi dedicata a casi locali e internazionali con le testimonianze di infermieri che hanno svolto attività lavorativa al Cairo e in Inghilterra.

I lavori erano stati aperti al mattino dal responsabile del corso di Infermieristica, Roberto Russo, che ha tracciato il percorso della professione e le motivazioni che spingono un giovane a intraprendere il viaggio nella vita e nel lavoro. La prima parte della mattinata ha visto gli interventi di Francesco Scalfari, direttore di UniAstiss, che ha presentato le opportunità dell’Incubatore Asti Città Green, e Claudia Solaro, responsabile del Job Placement di UniAstiss, che ha fornito suggerimenti e indicazioni operative di cui devono tenere conto i neo laureati per inserirsi nel mondo del lavoro, con consigli pratici su come scrivere il proprio CV e come affrontare un colloquio.