Giovedì, 09 Ottobre 2014 12:54

145mila euro per riqualificare il Lungo Tanaro con un progetto di pubblica utilità

Sono stati presentati questa mattina, da parte dell'Assessore ai Servizi Sociali Piero Vercelli e di quello alle attività economiche Marta Parodi, due progetti di pubblica utilità (PPU) finanziati dalla Regione Piemonte nell'ambito del Fondo Sociale Europeo.
"Si tratta di un progetto innovativo sotto molteplici punti di vista - spiega la Parodi - questa tipologia consiste proprio nel tentare di creare reali occasioni di occupazione. La filosofia dei PPU è infatti quella di partire dalle esigenze di un ente pubblico per creare e stimolare iniziative imprenditoriali, aumentando per i lavoratori le possibilità di una stabilizzazione al termine del progetto".

Sono due gli interventi che il Comune di Asti ha scelto in collaborazione con l'Ufficio per il lavoro, Italia Lavoro e Piemonte Lavoro, che si occuperanno della selezione delle candidature.

Il primo riguarda il recupero ambientale della sponda sinistra del Tanaro, con interventi di rimozione dei rifiuti, messa in sicurezza del contesto e manutenzione sulle aree verdi. Questo progetto occuperà quattro persone, con profili che possono variare dal giardiniere al perito agronomo.

Più elaborato il secondo intervento, che, pur insistendo sulla stessa area, intende promuovere attività di progettazione tecnica e studio di fattibilità per la valorizzazione socio economica della stessa area. In questo caso, saranno coinvolte sei persone con competenze in archittetura, marketing territoriale, ingegneria ambientale e paesaggistica.

Per il primo progetto il Comune di Asti ha ottenuto un contributo di 48 mila euro, mentre per il secondo i soldi stanziati sono 96mila euro, per un totale di circa 145mila euro a coprire l'80% dei costi dell'operazione.

Potranno partecipare all'operazione le persone disoccupate da almeno 12 mesi tra i 30 e i 35 anni, le donne disoccupate da almeno 12 mesi, e i lavoratori fuoriusciti dal ciclo produttivo.
 
 
Alessandro Franco