Lunedì, 06 Ottobre 2014 13:09

La crisi del mercato delle pesche fra gli argomenti trattati oggi dalla Giunta regionale

Fondi per le persone non autosufficienti, crisi delle pesche e delle susine, catasto degli impianti termici sono i principali argomenti trattati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Non autosufficienze. Il programma attuativo del fondo statale per le persone non autosufficienti relativo al 2014, ammontante a per il Piemonte a 26.758.000 euro, sarà suddiviso secondo la ripartizione proposta dall’assessore Augusto Ferrari: 16.054.800 euro per l’assistenza agli anziani non autosufficienti ed alle persone con disabilità non autosufficienti con meno di 65 anni; 10.703.200 euro per interventi di assistenza domiciliare diretta ed indiretta a favore di persone in condizioni di disabilità gravissima, che necessitano a domicilio di assistenza continuativa e monitoraggio di carattere socio-sanitario nelle 24 ore, compresi i malati di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla), per i quali sono destinati 3.600.000 euro per realizzare un modello organizzativo specifico concordato con le loro associazioni rappresentative. Le risorse del fondo nazionale si aggiungono ai 43 milioni di euro di fondi propri che la Regione ha inserito nel bilancio 2014.

Crisi delle pesche e delle susine. Come proposto dall’assessore Giorgio Ferrero, vengono concessi contributi per il pagamento degli interessi sui prestiti per conduzione aziendale contratti da imprenditori agricoli e da cooperative agricole operanti nel settore della produzione di pesche e susine, particolarmente colpito dall’embargo decretato dalla Russia, dall’avverso andamento climatico e dall’eccesso di offerta sul mercato. Il prestito sarà di 4.000 euro ad ettaro e non potrà superare i 50.000 euro per singola impresa, ed il contributo sugli interessi a carico della Regione sarà del 2%, aumentato dello 0,50% se il prestito è assistito da garanzia avallata da confidi.  

Impianti termici. Su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis è stato istituito il Catasto degli impianti termici ed è stata fissata nel 15 ottobre 2014 l’entrata in vigore dei nuovi modelli di libretto di impianto e di rapporto di controllo della Regione. Viene previsto un periodo di di sperimentazione fino al 14 novembre 2014 e si dispone che la trasmissione per via telematica del rapporto di controllo e di efficienza energetica di un impianto avvenga non oltre i 90 giorni successivi per quelli effettuati fino al 31 gennaio 2015 ed entro 60 giorni per quelli redatti successivamente. In questo modo la normativa regionale viene allineata a quella statale e si prosegue nell’attività di informatizzazione e dematerializzazione avviata negli ultimi anni.  

La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta del presidente Chiamparino, lo scioglimento anticipato e la messa in liquidazione dell’associazione The World Political Forum;;

- su proposta dell’assessore Aldo Reschigna, l’inserimento della Comunità montana Due Laghi, Cusio Mottarone e Valstrona tra i soggetti attuatori del protocollo di intesa per il rilancio produttivo e la reaindustrializzazione del VCO;

- su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis, il rinnovo per il triennio 2015-2017 della possibilità per le imprese esercenti attività estrattive di dilazionare il pagamento delle tariffe di escavazione dovute alla Regione, nonché l’aggiornamento dei parametri per la calcolo delle stesse;