Mercoledì, 01 Ottobre 2014 08:53

Santo Stefano Belbo, in corso i lavori di tutela e pulizia del torrente Belbo

A vent’anni dall’alluvione il Comune di Santo Stefano Belbo avvia un imponente piano di tutela e pulizia del torrente Belbo.

Il Comune di Santo Stefano Belbo, nei mesi scorsi, ha tirato le fila di un accordo, siglato il 29 luglio presso la Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, tra tutte le parti coinvolte nella Cabina di regia del Contratto di fiume del torrente Belbo.

Regione Piemonte, Province e Comuni, le tre A.T.O. territoriali (Alessandria, Asti e Cuneo), i gestori degli impianti depurativi e le associazioni di tutela del paesaggio si sono riuniti per sottoscrivere un accordo che rappresenta una svolta per la salvaguardia delle acque del Belbo e del Tinella ed è compatibile con le esigenze della filiera produttiva vinicola: il Regolamento di utenza del fiume Belbo, che diventerà esecutivo dopo l’approvazione delle competenti ATO ed entrerà in vigore il primo gennaio 2015.

Dopo questa prima e fondamentale fase politica, il Comune sta promuovendo in concerto con l’Aipo una fase operativa di intervento sull’alveo del torrente Belbo per la rimozione della vegetazione e per il corretto dimensionamento della sezione idraulica, oggi ridotta da eccessivi sedimenti sul letto del fiume.