Mercoledì, 01 Ottobre 2014 07:48

Con il progetto CERREC si impara a riparare e riusare

"Un'iniziativa lodevole e con ottime prospettive di crescere sul nostro territorio per favorire ricadute positive sul piano socio economico e ambientale",così il vice sindaco del Comune di Asti, Davide Arri, ha commentato l'attività sviluppata a Torino, in questi anni, dall'impresa sociale Triciclo, braccio operativo del consorzio per la gestione dei rifiuti Amiat, presentata ad Asti in chiusura del progetto europeo CERREC (Central Europe Repair and Re-Use Centres and Networks), in occasione della nona edizione della Notte dei Ricercatori.
"Una buona prassi anche per Asti-  ha aggiunto l'assessore all'Ambiente, Maria Bagnadentro - una proposta che studieremo con attenzione per verificare gli spazi di collaborazione con l'impresa sociale e le concrete possibilità di attuazione per i nostri cittadini".

"Meglio del nuovo, ripara e riusa" è il motto che racchiude gli obiettivi del progetto europeo CERREC, presentato agli amministratori della Città di Asti nel corso di una conferenza stampa, svoltasi venerdì 26 settembre, nella sede universitaria Asti Studi Superiori. Nove i partner coinvolti di sette paesi europei. Per l'Italia il progetto è coordinato dall'Agenzia di Sviluppo Langhe Monferrato Roero LAMORO. 

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche i vertici della società Gaia spa di Asti per la gestione integrata dei rifiuti, che hanno dimostrato vivo interesse per il progetto di recupero e riciclo dei materiali. Il direttore generale, Flaviano Fracaro ha posto numerosi chiarimenti sull'attività svolta da Triciclo, partner di Lamoro, che gestisce l’Ecocentro di Torino per Amiat spa.

Per Triciclo è intervenuto il responsabile Pier Andrea Moiso.  "Siamo un’impresa sociale che lavora a tutto tondo per il recupero e il riutilizzo dei prodotti usati e in questo modo contribuiamo alla riduzione dei rifiuti - ha detto Moiso nella presentazione. "- Nel caso in cui all’origine non sia possibile recuperare i materiali, diamo il nostro apporto anche per l’implementazione di servizi per la differenziazione dei materiali e il loro riciclo. Triciclo incide e lavora su entrambe le filiere, quella del recupero e riuso dei materiali e quella dello smistamento e trattamento dei rifiuti".