Venerdì, 26 Settembre 2014 06:33

Cosa bolle in pentola a Coazzolo?

E' una composta di mosto cotto addizionato di frutti assortiti, dalla consistenza piuttosto fluida ma polposa, di colore scuro, sapore ricco, appena dolce con note acri e decise conferite dalla lunghissima cottura.

Se avete già le papille gustative in festa alla sola di idea di assaggiarla allora seguite la preparazione della "Sagra della Cougnà" di Coazzolo che sarà pronta in tutta la sua gustosa cremosità domenica 12 ottobre in quella splendida manciata medievale di case, attorno al suo castello, su un "bric" sopra la piana del torrente Tinella.

Ed è proprio dal Meodioevo che arriva questa ricetta, il cui fine era di utilizzare i piccoli grappoli lasciati sulle viti a fine vendemmia, troppo acerbi e non idonei alla vinificazione, un autentico rituale che segna il passaggio dalla spensierata estate al più meditativo autunno. Si sente già il dolce profumo pervadere l'aria e mischiarsi ai caldi colori della natura in un'atmosfera irressitibile, al 12 ottobre non manca poi molto.