Giovedì, 25 Settembre 2014 17:57

Lavoro: Il punto sui tanti tavoli di crisi aperti in Piemonte

L’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero ha relazionato alla Commissione Lavoro del Consiglio regionale.

«Siamo di fronte ad una situazione difficile, con molti tavoli di crisi nella nostra regione, per migliaia di lavoratori. Per ciascuna crisi attiviamo tutti gli enti che possono essere utili nell’individuazione di percorsi e soluzioni utili, con agli uffici regionale e gli assessorati competenti, dalle Attività produttive all’Agricoltura, alla Finpiemonte. Ci troviamo ad operare in un settore della massima complessità e siamo di fronte ad un autunno in cui esiste l’amara prospettiva della mobilità per molti lavoratori, visti i nuovi criteri per la concessione della cassa integrazione in deroga»: lo ha affermato oggi l’assessore di fronte alla Commissione Lavoro nella sala dei Morando del Consiglio regionale del Piemonte.

L’assessore ha illustrato nel dettaglio le principali situazioni di crisi nella nostra regione, illustrando la situazione aggiornata per ciascuna di esse: De Tomaso, Abit, Sandretto Spa, Indesit, Cir Compagnia Italiana Rimorchi (ex Acerbi Viberti), Satiz, Smurfit Kappa Italia, Stile Bertone, Santi, Telis, Tnt, Vertek Lucchini, Ilva, Avf Acciaierie Beltrame, Drahtzug Stein, Agile Eutelia, Fonderia Perucchini Spa e Tesio Porte.

Sono seguiti vari interventi dei consiglieri regionali della Commissione, che hanno posto domande specifiche sulle singole situazioni di crisi e sulla situazione industriale piemontese . Nella replica, l’assessore Pentenero ha precisato che «l’obiettivo non è di “puntellare” le aziende in crisi, ma di accompagnarle per quanto possibile su un percorso di rilancio produttivo e dell’occupazione, affrontando le situazioni caso per caso. Per accedere alla cassa integrazione in deroga, sino a quando esisterà, le aziende dovranno d’ora in poi seguire un doppio canale, ovvero trovare un accordo sia con la Regione che con l’Inps. La costante richiesta degli imprenditori ai tavoli di crisi è sempre di avere regole certe e tempi certi».