Stampa questa pagina
Lunedì, 22 Settembre 2014 10:37

Economia Piemonte: bene le esportazioni, ma la ripresa è ancora incerta

Oggi, 22 settembre 2014, Unioncamere Piemonte e Confindustria Piemonte hanno diffuso i risultati a consuntivo e previsionali delle rispettive indagini, con l’obiettivo di monitorare l’andamento della congiuntura in Piemonte.

Le indagini presentate da Unioncamere Piemonte e Confindustria Piemonte mostrano come nel Piemonte la ripresa resta incerti ed esposta a rischi di involuzione.

La buona performance della produzione industriale registrata dall’indagine di Unioncamere Piemonte nel II trimestre 2014 non trova immediata conferma nelle previsioni di Confindustria Piemonte per i trimestri successivi, che risentono di un clima di fiducia ancora molto fragile e fortemente condizionato da un difficile contesto economico globale.

“I dati dell’indagine raffreddano i segnali di ripresa emersi prima dell’estate - commenta il Presidente di Confindustria Piemonte Gianfranco Carbonato -. I principali indicatori restano attestati su valori negativi, a conferma delle incertezze e precarietà della attuale fase congiunturale. La tenuta dell’export ribadisce la forte dicotomia tra aziende legate alla domanda interna (fortemente pessimiste) e imprese ben posizionate sui mercati esteri (ottimiste nel breve periodo). L’indebolimento di alcuni tra i nostri principali mercati costituisce dunque un motivo di forte preoccupazione per le nostre imprese; le tensioni geopolitiche (crisi ucraina, Medio Oriente) determineranno inevitabilmente spinte protezionistiche, penalizzando soprattutto alcuni settori del made in Italy. Il dato complessivo risente della perdurante, grave crisi dell’edilizia e del suo indotto, mentre sia la metalmeccanica che gli altri settori manifatturieri esprimono previsioni cautamente favorevoli.”