Venerdì, 12 Settembre 2014 12:32

Insediata la nuova Comunità delle aree protette

gli eletti della Comunità con il presidente dell’Ente Felice Musto e il direttore Graziano Delmastro gli eletti della Comunità con il presidente dell’Ente Felice Musto e il direttore Graziano Delmastro
Si è insediata ieri a Palazzo del Michelerio la nuova Comunità delle aree protette astigiane. 
L’organismo è costituito dai rappresentanti di Provincia, Comuni e Comunità Collinari nei cui territori sono comprese le zone tutelate assegnate all’Ente di Gestione: parco naturale di Rocchetta Tanaro, riserva naturale di Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande, riserva naturale della Val Sarmassa. 

Il rinnovo della Comunità tiene conto delle nuove rappresentanze dei sindaci determinate dalle elezioni comunali della scorsa primavera.   

All’ordine del giorno anche l’elezione del presidente e del vice, incarichi rispettivamente attribuiti all’unanimità a Roberto Tomalino, consigliere comunale di Rocchetta Tanaro, e Paola Borgio, sindaco di Settime. 

Alla seduta hanno partecipato Angelo Marengo (su delega del commissario della Provincia Alfredo Nappi), Enrico Panirossi (Asti), Matteo Massimelli (Incisa Scapaccino), Mauro Pelissero (Camerano Casasco), Elsa Aliberti (Rocchetta Tanaro), Paola Borgio (Settime), Cristiano Fornaro (Vaglio Serra), Andrea Laiolo (Vinchio), Mauro Malaga (Comunità Collinare Via Fulvia), Pierluigi Berta (su delega del presidente della Comunità Collinare Val Tiglione e Dintorni, Luigi Torchiano).

Dopo l’insediamento e la nomina del vertice, la Comunità ha espresso parere favorevole al conto consuntivo 2013 dell’Ente di Gestione, il cui presidente Felice Musto ha illustrato l’attività svolta nell’anno in corso. 

Le funzioni di segretario sono state svolte, come di consueto, da Graziano Delmastro, direttore dell’Ente.

Nonostante i gravi problemi finanziari del settore pubblico, il 2013 è stato un anno di importanti investimenti per l'Ente, con l'apertura delle prime sale del Museo dei Fossili, l'appalto del terzo lotto dei lavori al Michelerio e l'avvio di numerosi progetti finanziati dal Piano di Sviluppo Rurale della Comunità Europea: di particolare  rilievo gli interventi per la conservazione della biodiversità e per la tutela del raro gambero di fiume realizzati nei due Siti di Importanza Comunitaria di Rocchetta Tanaro.

Gli atti della Comunità delle aree protette saranno consultabili all'albo pretorio dell'Ente: www.parchiastigiani.org/Albo/